CONTRO STEVE JOBS

Si può criticare Steve Jobs? Si può legge il “miracolo” Apple con gli occhiali di una feroce capacità critica? Se gli argomenti sono solidi, e quelli di Morazov senz’altro lo sono nel loro svolgimento logico, allora si può anche mettere in discussione uno dei “mostri sacri” della tanto ammirata Silicon Valley. Nel suo “Contro Steve Jobs” (Codice Edizioni), appena pubblicato in Italia, Evgeny Morozov, ricercatore, visiting scholar alla Stanford University, e già autore del libro “L’ingenuità della rete. Il lato oscuro della libertà di internet”, svolge una spietata analisi di Jobs: non un filosofo ma un abile business man, secondo Morazov, capace di ammantare di filosofia precise scelte di marketing. Certo, sarebbe semplicistico vedere nella “epopoea” di Apple solo un aspetto puramente commerciale e l’autore non incorre nell’errore, anzi, mette al centro quella che giudica essere l’anima dell’azienda di Cupertino: “La sua metafisica – scrive Morazov -, per dirla in questi termini, trova il proprio fondamento non tanto nella religione quanto nell’architettura e nel design. Sono state queste due discipline a instillare in Jobs le sue ambizioni intellettuali”. In particolare il design, che nei prodotti Apple vuol dire “minimalismo” e ricerca della “purezza”, tema-cardine della filosofia industriale dell’azienda: “Non importa quanto banale possa essere un oggetto: non vi è mai nulla di banale nella ricerca della perfezione”. L’autore coglie inoltre il senso profondo di questi oggetti, diventati un ‘culto’ per milioni di persone, e attacca: “La più incredibile illusione operata dalla Apple, saldando marketing e filosofia, è stata autorizzare i propri consumatori a sentirsi i veri protagonisti della storia, una specie di élite storico-spirituale”, perché “è come se l’acquirente di un prodotto Apple fosse indotto a credere di essere arruolato in una missione storica di portata mondiale e rivoluzionaria”. Spunti critici e di riflessione sul “modello Apple” e i suoi “seguaci” che non possono che fare bene riportandoci alla dimensione reale delle cose: oggetti tecnologici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...