CONTRO LA CRISI L’ARTE DELLA SERENITÀ

Prendendola di petto o sul ridere, o a suon di gocce omeopatiche e tisane zen, si impara a combattere la crisi anche al Salone del Libro di Torino: basta passeggiare tra i corridoi del padiglione 1 e farsi catturare da titoli che promettono “serenita’”.
Con tanto di Cd Audio, le edizione Punto di Incontro propongono “Il gioco dell’eroe” di Gianluca Magi, per varcare “la porta della percezione per essere straordinario in un mondo ordinario”. Se il passo e’ troppo lungo, si puo’ cominciare con il titolo affianco, “Affermare se’ stessi e osare dire no” e una fila di “come”: “Come vincere dubbi paure e sensi di colpa”, ad esempio, o “Come liberarsi dal superfluo e vivere felici”. Più’ pragmatico, c’e’ anche “Come una buona idea si puo’ trasformare in una grande impresa in tempo di crisi”, ma oltre che leggerlo occorrerebbe rimboccarsi le maniche, restando stesi sul divano ci si puo’ invece tranquillamente godere l’elogio al parassitismo “Vivere a spese degli altri. Un altro “Come” e’ quello dell’attore torinese Renato Liprandi. “Come diventare direttore” una guida ironica sulle vie per far carriera in Italia “pur non avendo qualita’ o pur non facendo nulla per ottenere quella scrivania”.
Mantenendo la vena comica, anche il vincitore del Premio Troisi, Gabriele Aprea fa notare che “Poteva andare peggio” con una serie di racconti che hanno come filo conduttore “gli infortuni della vita”, edita dalla neo nata Edizioni Cento Autori. Aggiungendo all’ironia uno strato non sottile di riflessione politica e sociale , la casa editrice Scoop sbandiera una copertina con una vignetta di satira: e’ quella di “Esclusi: dialoghi sulla crisi, sull’esclusione sociale e finanziaria e su come contrastarla” di Bruno Cassola. Affianco, per gli under 30 e i loro genitori “Futuro Fragile: I giovani e il lavoro, dal disagio alle possibili soluzioni”. “E se lo sfogliasse anche qualche politico non sarebbe male” spiega l’editore con un sorriso e una serie di titoli “per non arrendersi”.
Se tra i manuali di autoaiuto e i libri di critica sociale non si riesce a trovare la propria strada, ci si puo’ consolare con la cucina , “le ricette del cuore” e il classico “cucinare con gli avanzi”. Oppure con un viaggio, tra numerose guide e racconti di mete di relax, fino alla soluzione estrema: “Andare a vivere in un Faro”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...