RESPIRARE ALBERI A MILANO

Riconoscere la città non (solo) dalle sue vie ma dai suoi alberi. E’ una prospettiva inedita e affascinante quella che propone Tiziano Fratus, autore naturalista con alle spalle diverse pubblicazioni sul patrimonio arboreo monumentale, nel volume “L’alber de Milan. Con gli occhi di Thoreau e le mani pronte a respirare” (Edizioni della Meridiana) di recente pubblicazione. Fratus è un vero “cercatore di alberi” e a Milano scopre e racconta quello che all’occhio inesperto spesso sfugge: la ricchezza di piante secolari nei parchi milanesi e i suoi giardini in pieno centro ma non solo. E così dal Parco Sempione ai Giardini di Porta Venezia, dall’Hortus Botanicus Braidensis, voluto nel 1774 da Maria Teresa fino ai parchi di periferia in alcune ville storiche come Villa Litta e Villa Scheibler, e ancora, dai Giardini della Guastalla al Parco Trotter,
per spingersi fino al Parco Lambro, Parco delle Cave, Boscoincittà e Parco Nord, anche Milano offre il suo panorama e i suoi percorsi nel verde e soprattutto racconta storie di alberi plurisecolari e ben piantati nel terreno, con nessuna intenzione di arretrare di fronte al cemento.

Annunci

Una risposta a “RESPIRARE ALBERI A MILANO

  1. Molto interessante: un buon libro da regalare ad un amico milanese. Grazie per il suggerimento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...