IPERBOREA E LA SCOPERTA DEL NORD

Con la formula “25 x 25 x 25” la casa editrice milanese specializzata in letteratura nordica Iperborea festeggia un quarto di secolo di attività. Per tutto il mese di giugno, sarà così possibile acquistare con il 25% di sconto i suoi 25 migliori titoli, uno per ogni suo anno di vita: nella lista sono presenti tutti i volumi che, con la loro silhouette allungata e le copertine color pastello, l’hanno resa anno dopo anno riconoscibile per qualità, stile e accortezza nella selezione. Dai titoli più estivi, come “Il libro dell’estate”, di Tove Jansson, “Pellegrino sul mare”, di Pär Lagerkvist, e “il viaggiatore”, di Stig Dagerman, si passa a quelli dai toni più cupi come “Morte di un apicultore” di Lars Gustafsson, “Via dalla Trincea” di Kari Hotakainen e “Il medico di Corte” di Per Olov Enquist. Immancabili, tra gli autori invitati a questa festa di compleanno, Cees Nooteboom, con “Rituali”, Arto Paasilinna, con il suo “L’anno della lepre”, vincitore del Premio Acerbi e divorato dai lettori in 100mila copie, e Ingmar Bergman con il celebre “Il settimo sigillo”. Un altro titolo diventato un best seller è “La vera storia del pirata Long John Silver” con cui Björn Larsson ha sbancato meritandosi il Premio Boccaccia Europa, il Premio Elsa Morante, il Premio Grinzane Biamonti e il Premio La Cultura del Mare. Battezzata con il nome del vento del nord (dal greco Hyperborea, cioè “oltre Borea”, il vento del Nord),Iperborea è nata a Milano nel 1987 dalla passione per la letteratura del nord europa di Emilia Lodigiani, dal 1996, cavaliere dell’Ordine della Stella Polare, dal 2009 cavaliere dell’Ordine della Rosa Bianca, e dal 2011 cavaliere dell’Ordine di Orange-Nassau. Prima solo per autori rigorosamente scandinavi, poi la rosa con gli anni, si è allargata anche a olandesi, estoni e islandesi, da 14 anni, inoltre, ai tanti titoli di narrativa si sono aggiunti anche alcuni saggi letterari. Il crescendo di titoli ha portato ad un crescendo di riconoscimenti collezionati in questi primi 25 anni di vita: il primo è arrivato nel 1993, Premio dell’Accademia di Svezia per la Diffusione della Cultura Svedese all’estero, seguito dal Premio Nazionale per la Traduzione (1994) e dal Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei ministri (2000). In questo secolo, Iperborea ha continuato con il Premio Editore Europeo dal Comune di Roma (2004), il Premio Lo Straniero (2009).


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...