EDITORI DI SE STESSI?

Ogni 5 autori che si autopubblicano, uno risiede in Lombardia che così, oltre che per case editirici digitali, batte tutti quanto a “Selfpublishing”, seguita dal Lazio, con il 17,4%, e dalla Campania, con il 9.6%. La Lombardia e i suoi scrittori stravincono nella classifica nazionale, ma i numeri del fenomeno italiano – 40mila i titoli cartacei, altri 6500 in ebook – non sono confrontabili con quelli oltre oceano, dove esiste da più’ tempo e cresce più velocemente. E’ quanto emerge dalla prima indagine dell’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) sul tema “Selfpublishing o Selfprinting?”, presentata in occasione di Editech2012, la Giornata internazionale di studio e approfondimento organizzata dall’AIE a Milano al Palazzo delle Stelline.
AIE ha stimato in Italia 38-40mila titoli self-printing attualmente “in catalogo”, pari al 5-5,5% dei titoli in commercio e altri 6mila-6.500 titoli in versione ebook.
Tra i generi più autopubblicati, domina la narrativa (36,1%), ma anche la poesia (20%) e i racconti (10%) trovano il loro spazio. La saggistica, con il 9%, e’ un altro genere piuttosto presente seguito dai gialli, (3%), tutto il resto non e’ ancora percepibile nel panorama italiano del 2012, ancora tutto da tracciare.
Attenti alle nuove tendenze, alcuni editori italiani come il gruppo GeMs, Mondadori, Atlantyca e Piemme hanno iniziato ad investire in questa direzione creando spazi e opportunita’ per gli autori intenzionati ad autopubblicarsi. Con concorsi per esordienti valutati da altri esordienti, ad esempio, come quello avviato dal gruppo GeMS nel 2011 e che nel 2012 conta 1.109 partecipanti (http://www.ioscrittore.it). O con piattaforme di autopubblicazione: Mondadori proprio entro fine mese ne lancera’ una.
Per i lettori, e gli scrittori, di domani, invece, per ora lettori accaniti di Geronimo Stilton, Atlantyca e Piemme hanno appena avviato (maggio 2012) il progetto di “self publishing & fan fiction”.
In America, dove il fenomeno e’ molto più’ sviluppato – nel 2011 sono stati autopubblicati 211.269 titoli (+58% rispetto al 2010) – tra chi “ci ha visto lungo” e oggi e’ al primo posto delle piattaforme usate per vendere e comprare libri autopubblicati c’è CreateSpace (Amazon), con 57.602 titoli, seguito da AuthorSolutions’, con 41.605 titoli, e Lulu, con 30.019. Come generi, nel selfpublishing made in USA spopola come titoli la fiction (45%), ma come vendite viene battuta dalla non-fiction (38%).
Anche in Usa, per non parlare dell’Italia, meno del 10% degli autori che si autopubblicano riescono oggi a vivere del proprio lavoro, ma molti stanno provando ad affidarsi ad un agente che li tenga in contatto con il mondo dell’editoria tradizionale, per ora nettamente più’ frequentato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...