IFBOOKTHEN: EDITORIA E FUTURO

 

Due interventi shock per le case editrici, minacciate da universita’, autopubblicazioni e associazioni, e poi informazioni, strumenti, valutazioni e progetti: a “If book then” oggi all’universita’ Cattolica si parla del futuro dell’editoria, e questa edizione estiva, la prima, e’ dedicata a quella scientifica, accademica e professionale.
Organizzata da BookRepublic, libreria on line di ebook realizzata da DigitPub, insieme ad altre proposte innovative nel settore dell’editoria digitale, la giornata di riflessione su quanto sta avvenendo nel settore, propone interventi sia prettamente tecnici sia di più’ ampio respiro sulle risposte che gli utenti potrebbero dare ai cambiamenti in atto riguardanti l’accesso, la catalogazione e la distribuzione di contenuti editoriali, perche’ “la tecnologia sta cambiando le regole del gioco”.
Ad aprire i lavori e’ stato Peter Brantley, direttore del BookServer Project, approfondendo il tema della distribuzione dei contenuti digitali nell’editoria STM. Dopo di lui Paola Dubini e Jane Klobas hanno presentato i risultati di una ricerca sull’impatto della tecnologia sui processi di apprendimento: “E-books for learning: a certain need, an uncertain solution”.
Sempre in mattinata hanno portato il loro contributo al dibattito anche Baldur Bjarnason, parlando della trasformazione web dei formati, e Javier Celaya, trattando il delicato tema della disintermediazione fra autore e lettore e il probabile arrivo di nuovi player che potrebbero irrompere e rivoluzionare l’editoria scientifica, professionale e accademica.
Nel pomeriggio si passera’ a discutere di nuove piattaforme e modelli di business, con Pandora e iBooksAuthor, mentre Nicola Cavalli, ricercatore dell’universita’ Bicocca, si mettera’ dalla parte degli utenti analizzando come essi accedono ai contenuti. Sara’ poi Luisa Gaggini a suggerire agli editori di pensare ad un mercato globale e non più’ ai singoli mercati, e spieghera’ come e perche’.
L’ultimo intervento sara’ dedicato al “cultural heritage” e al progetto Lockss raccontato e discusso da Ellis Sada, direttrice della biblioteca dell’Universita’ Cattolica, e da Peter Brantley.
Bookrepublic, ideatrice e organizzatrice della giornata, tirera’ le conclusioni: Marco Ferrario e Marco Ghezzi diranno la loro su quanto sta avvenendo nel settore specifico a cui oggi hanno voluto dedicare la summer edition di IfbookThen.
Sempre oggi, Bookrepublic ha varato il progetto BookrepublicPro (http://pro.bookrepublic.it) dove si possono trovare titoli per l’editoria dedicata a professionisti e studiosi. Grazie alla collaborazione di Nicola Cavalli, autore di ebook e librario commissionario e universitario, arrivano on line gli store verticali attraverso cui i lettori specifici possono immergersi nella propria materia con più’ agilita’ e gli editori possono raggiungere più’ direttamente il mondo delle professioni e delle universita’.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...