HORST FANTAZZINI: RAPINE E LIBERTÀ

L’irresistibile desiderio di libertà è tanto più irriducibile quando la libertà viene negata. Horst Fantazzini, rapinatore ‘di razza’, combattè in fondo un’intera vita per la libertà. Lo fece prima con l’ingegno del rapinatore, per liberarsi dalle catene di una vita fatta di umiliazioni e capo chino, poi con la forza della scrittura e dell’arte, senza che decenni di carcere ne minassero mai l’acume e l’intelligenza lucida. La casa editrice milanese Milieu ‘ri-scopre’ una delle figure più controverse della storia criminale italiana, secondo un percorso coerente e sinceramente affascinante che ha intrapreso con la pubblicazione di volumi dedicati ai “banditi senza tempo”. Nel caso del libro di Milieu “Lo statuto dei gabbiani”, con la prefazione di Pino Cacucci, non si tratta però di una biografia ma di una raccolta di scritti. A partire da “Ormai è fatta”, il serrato racconto-ricostruzione della tentata evasione di Fantazzini dal carcere di Fossano nel 1973, edito nel 1975 da Giorgio Bertani. Se “Ormai è fatta” è in qualche modo la ‘summa’ dell’azione, del carattere delle riflessioni di quelle ore concitate, che Fantazzini riordinò nel suo racconto scritto in 48 ore, l’editore propone in questo nuovo libro anche molti altri contributi del rapinatore nato nel 1939 in Germania, figlio di un partigiano anarchico, e scomparso nel 2001: scritti “politici”, ma anche poesie e racconti brevi, come “L’uomo cancellato” che gli valse il primo premio al concorso nazionale di prosa e poesia per detenuti. Come pochi altri – e senza l’aggravante non secondaria di avere morti sulla coscienza – Fantazzini incarnò l’immagine “epica” del bandito anti-sistema, ma accanto all’azione seppe conciliare il pensiero, e il libro di Milieu ne dà una prova inequivocabile. Dopo tante tentate fughe, i suoi scritti restano la più convincente evasione da tanti e lunghi anni di carcere.

Annunci

Una risposta a “HORST FANTAZZINI: RAPINE E LIBERTÀ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...