IL DESTINO È UN TASSISTA ABUSIVO

Fa l’occhiolino ai personaggi di Nick Hornby e David Nicholls e, con un titolo divertente come “Il destino è un tassista abusivo”, il docente della Cattolica di Milano Luca Manzi regala una storia esilarante, talmente surreale da credersi reale. Dalla banale e tanto comune situazione di attesa di un concorso da ricercatore e dell’arrivo della donna della vita, il protagonista, Giorgio Correnti, arriva a diventare decoratore di video-poker, selezionatore di studenti, e studentesse, per un master e responsabile di una monografia su Giotto. Come? Il passaggio non è così facile, per Giorgio, ma certamente esilarante per il lettore che, nelle pagine edite da Rizzoli, incontra una serie di personaggi assurdi. C’è Mario, 23enne grunge posthippy che illustra su tavole la legge uomo-donna, Davide, il vicino geniale che snocciola algoritmi per una società di telefonia ma racconta di amori con una donna immaginaria, e c’è il professor Abernati, che chiama Giorgio a Milano per scegliere e gestire i futuri studenti di un master in Eventi multimediali. E poi c’è lei, la Madonna del Botticelli vestita da Barbie estetista, Agnese, tanto diversa dall’ideale di donna di Giorgio da farlo letteralmente “sbarellare”.
Tra Roma e Milano, tra il bar del Zozzo e le aule del master, tra una degustazione di biscotti nel latte e ore passate in coda o su un treno, siccome “Il destino è un tassista abusivo”, proprio il destino irrompe “abusivamente” nella vita di Giorgio, senza chiedergli il permesso. Già direttore editoriale della Lux, produttore creativo della fiction “Don Matteo” e tra gli ideatori della serie di culto “Boris”, Manzi parte dalla tradizione della commedia italiana e riesce a creare un libro divertente, sorprendente e delicato senza tabù, anzi, con tutti gli ingredienti della “crisi” attuale, a partire dalle incognite sul lavoro e dal disorientamento esistenziale di più generazioni, addolcendo il tutto con temi più ingredienti raccolti in tempi di crisi, Manzi ha saputo scrivere un romanzo “anti-crisi” e che fa bene all’umore. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...