GOGOL, OSTELLO LETTERARIO

gogol“Tornando da Londra, ho visto che a Milano mancava lo spirito della sfida, di chi osa senza paura”, racconta, e allora ha osato lei, Asli Haddas: si è licenziata dopo dieci anni a sgobbare nel settore informatico, e ha aperto il “Gogol Ostello” in via Privata Chieti, zona Sempione. Si tratta di un ostello letterario, quindi un luogo per viaggiatori, sì, anche quelli veri, con una valigia vera, ma soprattutto per i viaggiatori nell’animo. Oltre alle 5 camere, infatti, c’è spazio per mostre ed eventi culturali: sarà “un contenitore di idee, ospiterò chiunque voglia fare arte, esprimere la propria passione e presentare i propri libri”. Libri soprattutto che stimolano il confronto interculturale, che pongono domande, infatti Asli, classe ’78, nata a Milano, da mamma eritrea e padre italo etiope, ama i libri “a sfondo sociale, che narrano storie fuori dal contesto in cui vivo. E poi ovviamente adoro i racconti di viaggio”. E’ una costante, il viaggio, nella vita di questa giovane donna appartenente alla “seconda generazione milanese” , che ha girato il mondo fino alla Nuova Zelanda ma il sogno ha deciso di tornare a realizzarlo qui, a Milano, ben consapevole delle difficoltà, ispirandosi alle realtà viste durante i suoi giri nell’altro emisfero, a Cape Town, Sudafrica. “Ho iniziato a lavoraci concretamente alla fine del settembre 2012, dopo essermi licenziata, il grande aiuto operativo è arrivato da mia madre e da vari amici stretti a cui devo molto” racconta Asli con un sorriso ampio nel ricordare il lavoro di squadra per “mettere in piedi “ il progetto. E’ stata dura, soprattutto per avere il primo finanziamento, la salvezza è stato il micro-credito, con cui ha potuto cominciare a far conoscere la sua idea e raccogliere un piccolo capitale. Anche la ricerca di un immobile non è stato un gioco da ragazzi ma l’ha trovato e si tratta di una “signora” palazzina di quattro piani, uno dedicato totalmente alla caffetteria che, più che caffè, dispenserà cultura e arte. Proprio lì infatti, è già stato inaugurato con una mostra e un sangria party un calendario di eventi, incontri, mostre, aperitivi a tema. Per la stagione estiva a questi viaggi di fantasia sarà dedicato anche un cortile interno, tutto in classico stile milanese, e quindi aperto più che agli ospiti dell’ostello a tutta la città e ai cittadini che a Milano ci vivono tutti i giorni.
Asli sogna di far incontrare viaggiatori e milanesi in uno spazio, il suo, dove si possa diventare tutt’uno grazie alla condivisione di idee e progetti e libri. D’ora in poi, via Privata Chieti si ha l’impressione che sarà molto poco privata, ma decisamente ben frequentata, grazie ad Asli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...