IL LAVORO SPIEGATO AI BAMBINI

al-lavoro-coverA 3 anni gli animali di Richard Scarry nelle vesti di pilota, cassiere, pompiere, panettiere, minatore, operaio; a 6 una carrellata di strani mestieri da papà come il collaudatore di pigiami o l’annusatore di panetterie. Poi arriva Alex, con il suo sogno di fare giornalista e a 9 anni è ora di capire che il lavoro è un dovere ma anche un diritto. Così la Libreria dei Ragazzi di via Tadino consiglia di introdurre i giovani lettori al mondo del lavoro, con 4 titoli tutt’altro che banali.  “Al lavoro!” è l’ultimo titolo, per i più grandicelli, scritto da Anselmo Roveda e pubblicato da “Coccole e Caccole”: partendo dalla domanda “cosa mi piacerebbe fare da grande” il libro fa capire che dietro all’odierno concetto di lavoro c’è una lunga serie di conquiste, di lotte sindacali e sociali del ‘900 che oggi diamo per scontate. A proposito di imprese difficili, ecco “Da grande voglio fare il giornalista” di Pilar Lozano Carbayo (Edizioni Piemme). Protagonista è Alex, ragazzino ben determinato a fondare un giornale ma che si trova davanti a tante difficoltà: dovrà sfoderare metodo, tenacia, capacità organizzative, soldi, ingegno e creatività. Questo volume prende spunto dai sogni di Alex per parlare in generale del lavoro e in particolare di come funziona la redazione di un giornale.
Per i più piccoli, dai sei anni in su, Annalisa Strada ha scritto per le Edizioni Nord-Sud “I mestieri di papà”: una carrellata di indimenticabili papà impegnati in compiti dall’alto contenuto creativo come il collaudatore di pigiami, l’annusatore di panetterie, l’appaiatore di calzini, il trivellatore di formaggi e l’ascoltatore di uova. Così i bambini, che spesso si chiedono cosa fa papà quando esce il mattino e torna stanco la sera, possono immaginarlo impegnato a risolvere i piccoli problemi della vita quotidiana.
Il lavoro diventa un argomento anche per i tre anni grazie al fantastico mondo di animali antropomorfi di Richard Scarry che dedica al tema un intero coloratissimo volume: “Il libro dei mestieri” (Mondadori). Con leggerezza e umorismo ancora oggi di grande freschezza, l’autore mostra all’opera il pilota, il cassiere, il pompiere, il panettiere, il minatore, l’operaio: come si comportano questi personaggi? Cosa fanno tutto il giorno? E già all’asilo ci si comincia a fare un’idea, in un mondo fantasioso ma verosimile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...