Archivi del mese: novembre 2013

BIONDILLO, UN ALBERO E L’AMICIZIA

Asdrubale_Biondillo“Tremendi, i bambini, si ricordano tutto, trame, personaggi, dialoghi: non si può cambiare versione, la storia è la storia”: i giovani “ascoltatori di fiabe”, è noto, non concedono al narratore spazi di manovra o vuoti di memoria e lo sa bene lo scrittore architetto e papà milanese Gianni Biondillo che ha messo una sua favola nero su bianco così da non dimenticarla o, cosa ancora più importante, da non cambiare il finale. E così è nato “Il mio amico Asdrubale” (Guanda), una storia di amicizia – “in particolare tra femmine e maschi, tema molto sentito” – ma anche di amore per l’ambiente, per un albero: Asdrubale, appunto. Continua a leggere

Annunci

IL NOIR NEL SUO ABITO MIGLIORE

Un-giorno-a-MilanoEdizione paperback, formato da giallo ‘vecchia maniera’, pochi fronzoli con tanto di prezzo stampato in evidenza in copertina. Ha il sapore del libro di una volta, di quelli che si divorano in treno o sul metrò e alla fine te li trovi un po’ consunti in fondo alla borsa o allo zaino: è un ‘Un giorno a Milano’, prima pubblicazione della collana di gialli e noir metropolitani ‘Calibro 9’ di Novecento Editore. In 280 pagine, gli autori dei 9 racconti (Riccardo Besola, Andrea Ferrari e Francesco Gallone, Andrea Carlo Cappi, Stefano Di Marino, Giuseppe Foderaro, Francesco G. Lugli, Giancarlo Narciso, Ferdinando Pastori, Francesco Perizzolo, Paolo Roversi) riportano in vita a suon di sberle la tradizione del noir milanese a vent’anni dalla cosiddetta ‘Scuola dei duri’, l’esperimento narrativo con cui Andrea G. Pinketts risvegliò i giovani eredi di Scerbanenco. Continua a leggere

ANNI LIBERI A MILANO

caniL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Oggi, “forse perché con l’età sono diventata un po’ più tollerante, mi sono un po’ riconciliata” con Milano, con ciò che è diventata dagli anni ’80 in poi: Francesca Caminoli lo ammette, per anni non l’ha capita e l’ha disprezzata, dalla sua casa in Toscana. Quella degli anni ’60 e ’70, invece, vissuta in prima persona, da giornalista, oltretutto, l’ha raccontata nel libro “C’erano anche i cani” pubblicato da Jaca Book nella collana Mondi letterari. Continua a leggere

IL BELLO DELLA COPERTINA

tumblr_mwtfjqj5hR1t016a2o1_1280

Omnimilanolibri si arricchisce di una nuova sezione dedicata alle copertine e agli illustratori. Se i libri sono fatti di parole, sono anche oggetti che hanno un valore in sé, capaci di comunicare anche per immagini e per la bontà della ‘confezione’. Racconteremo chi per mestiere e con passione realizza le ‘prime pagine’ dei libri e pubblicheremo le copertine che più ci piacciono o ci hanno colpito: siano libri nuovi, vecchi, italiani o stranieri, tascabili o edizioni di pregio. A parlare saranno più le immagini delle parole: il bello di un libro comincia dalla copertina. Iniziamo con una intervista all’illustratore Franco Brambilla. La sezione dedicata la trovate qui a fianco e si intitola Il bello della copertina.

SCRITTORI PER RAGAZZI/BEATRICE ALEMAGNA

UN-LEONE-A-PARIGIPoliedrica e particolarissima artista, Beatrice Alemagna scrive ed illustra libri per bambini, soprattutto francesi, ma un po’ di tutto il mondo. E non solo: suo è il manifesto dell’ultimo film di Ascanio Celestini “La pecora nera”, ad esempio, e sue sono le fantasiose illustrazioni che girano per città come Parigi, Bologna, Bordeaux, Charleville, Monaco, Pau, San Paolo, Roubaix, Reims, Cherbourg, Lisbona, Bobigny, Tokyo, Sapporo e Kyoto. Le sue opere hanno fatto il giro del mondo ma mai l’Italia le ha dato soddisfazione quanto il paese in cui la sua carriera è nata e tuttora in parte procede: la Francia. Continua a leggere

BOOKCITY/FESTIVAL PER UNDER 14

logoheadA merenda come per colazione, letture, e con attori, musicisti e scrittori si può andare alla scoperta di nuovi mondi o alla ri-scoperta dei classici. Così si varcano frontiere nel mondo della fantasia e nel mondo reale, nella città di Milano, in luoghi come biblioteche di quartiere o palazzi d’epoca che negli “under14” anni di vita non si erano ancora incrociati. Ecco la mini-Bookcity: dura 4 giorni, da domani al 24 novembre, come l’altra e si mimetizza nel programma generale, ed è come una trama nascosta ma ricca di appuntamenti ad hoc per i piccoli lettori milanesi. Continua a leggere

INFANZIA, IL DIRITTO ALLA LETTURA

UNICEFL’INTERVISTA “Le biblioteche scolastiche sono un miraggio, a Milano come nel resto d’Italia, e quando compaiono è solo grazie ad un dirigente illuminato o a gruppi di genitori e insegnanti intraprendenti. Le biblioteche cittadine sono fornite in modo molto eterogeneo e siamo sempre molto distanti dagli standard di paesi come Francia e Germania che di volumi per l’infanzia ne mettono in abbondanza tra gli scaffali creando ambienti accoglienti e fertili per i giovani lettori”.  Continua a leggere

BOOKCITY/INDIPENDENTI AL FESTIVAL

logohead“La Cultura è un’arma da affilare tutti i giorni dell’anno” e come farlo se non con una serata di reading e musica con ospiti letterari stimolanti e libri tutti a 10 euro? Si chiama “Bookcityriot” e la organizza un gruppo di case editrici indipendenti milanesi, tra cui Milieu, Agenzia X ed Eleuthera Editrice per venerdì 22 novembre in Ripa di Porta Ticinese 83, nell’ambito della manifestazione Bookcity, a Milano dal 21 al 24 novembre. Gli hashtag e il motto dell’iniziativa, a ingresso libero ad ogni ora, sono #tuttanotte e #tuttolanno ad indicare come “non basta un evento per ingabbiarla, la cultura è libera e indipendente”. Continua a leggere