BOOKCITY/LA NOSTRA GUIDA AGLI EVENTI

logoheadE’ un mosaico di eventi quest’anno più che mai tirato a lucido come fosse il pavimento della galleria, il salotto a cui nessun turista resiste dallo scattare almeno una foto. E’ una 4 giorni di appuntamenti “roba da prender le ferie”, dal 21 al 24 novembre. E’ l’edizione 2013 di Bookcity, l’evento che l’Assessorato alla cultura del Comune assieme al comitato promotore ha creato chiamando a raccolta tutti i protagonisti del sistema editoriale e chiedendo loro di “seminare cultura” in tutta la città . Libri, tanti e dei più vari, ma anche concerti, merende, spettacoli teatrali e mostre, eventi improvvisati o inediti, reading. C’è da aspettarsi di tutto, sia da chi arriva da lontano, come gli ospiti da India, Giappone e America, del Nord e del Sud, sia da “dietro l’angolo” come le tante biblioteche del territorio, le librerie e i librai, tra cui si riconoscono “gli indipendenti”, più agguerriti e vivaci.
Tra le iniziative che si ripetono ciclicamente nel corso della manifestazione ci sono le letture in Taxi, ad esempio, dette “Psicotaxi”, o gli stuzzichini di italiano per stranieri offerti libreria Internazionale Il Libro, in via Ozanam, oltre a numerosissime mostre interessanti che accoppiano arte e libro in ogni maniera. Già giovedì 21 novembre, un esempio di questo connubio si può assaggiare alle 15, con “Studi aperti. Dietro le quinte del lavoro editoriale: dalla grafica all’illustrazione e di nuovo alla grafica”: un pomeriggio all’ex-Colorificio (Via Montevideo 6) dove carpire i segreti della progettazione dei libri da Aurora Biancardi, Giuliana Donati, Giulia Orecchia con tè e biscotti finale. Proprio all’ora del tè “I poeti di da>verso” propongono un reading/esposizione alle 17:00 nella Ex Chiesa di San Carpoforo, (Via Formentini 10) con Luigi Ballerini, Mario Benedetti, Franco Buffoni, Stefano Raimondi, Giovanna Rosadini e Italo Testa. Da vero milanese alla biblioteca Gallaratese c’è “Parla ti, inscì parli anca mi. La lengua, i ca d’edizion, la musega, i social media” alle 17.30, per “Cognosser l’editoria in lengua lombarda ind i so vareitaa”, per chi invece è più attento agli aspetti urbanistici “Viaggio nell’architettura milanese dagli anni cinquanta all’Expo” alle 18 alla Libreria Hoepli condotto da Marco Biraghi, Stefano Guidarini ed Enrico Morteo. Alle 18.30 c’è una curiosa iniziativa in via Corsico 3, il “Silent reading” dove vince l’eco-sostenibilità e l’ascolto dei brani avviene tramite cuffie wireless: una esperienza forse inedita, sicuramente da provare. Venerdì, seconda giornata di Bookcity, non manca di stuzzicare l’appetito dei lettori anche se “il grosso” si concentra nel week-end. Alle 15, però, chi riesce a fuggire presto dall’ufficio, può partecipare a “Tam Tam Biblioteche: maratona di lettura nel Metrò”, organizzato dai gruppi di lettura delle biblioteche comunali milanesi che invadono il metrò in compagnia dei clown della Fabbrica dei Clown. Si parte da Cadorna e chissà dove si arriva, ma ridendo e leggendo in compagnia. Chi ha un’indole meno vagabonda e più riflessiva alle 15.30 alla Fondazione Pini, ( Corso Giuseppe Garibaldi 2) può scoprire se “Vivere in città e praticare la mindfulness: è possibile?” , assieme a Gherardo Amadei. “Con lo sguardo di Carlo Emilio Gadda tra luoghi e architetture milanesi” è possibile scoprire una Milano diversa, alle 17 in Sala Weil Weiss, con le opere dello scrittore-ingegnere che creano una mappa virtuale attraverso immagini e letture sui “luoghi meneghini”. Alle 17:30, invece, allo Spazio Scopricoop, (Via Arona 15), si scoprono 5 scrittori misteriosi ma che hanno avuto a che fare con Milano in “Trasumanar e organizzar. Cinque scrittori a Milano”. Alle 18 si racconta la Barona, tra passato, presente, futuro, alla Biblioteca Sant’Ambrogio attraverso le memorie di famiglia dal 1949 al 1969 dell’ultimo salariato di una cascina milanese, scritte da Felice Umberto Fasolato. Per finire la giornata e prepararsi per il week-end intenso, “Miles in the sky” alle 19 al Museo del Novecento, tra musica, racconti e immagini , fino alle 21 quando al Teatro Elfo Puccini Beppe Severgnini sale sul palco per “Parolone, parolacce e paroline: la lingua italiana ai tempi di twitter”.
Il cappuccino o il caffè del sabato mattina lo si sorseggia con Massimo Cassani, Alberto Paleari, Paolo Roversi, Hans Tuzzi e Piero Colaprico, per Milanonera, alle 10 a Palazzo Reale, oppure, se si è già pronti ad un incontro “tosto” e approfondito, la Libreria 6 Rosso propone “Cento porte mille battenti: testimonianze e riflessioni sulla Cina di oggi e sulla presenza della Comunità cinese in Italia”, con Marco Croci, Dario Ballarini, Marco del Corona, Matteo Speroni, Claudio Bianchi, Renata Pisu, e Daniele Cologna.
Di tutt’altra tipologia l’iniziativa che mescola web e letteratura, all’ora di pranzo: “You-Book. Book-trailer da forma di comunicazione a laboratorio didattico”, a Palazzo Reale alle 12.30, verso il futuro. Alle 15, poi, con “Metro Narrante” si parlerà di “Cosa vuol dire raccontare una storia. Ne siamo ancora capaci?” Con Chiara Rapaccini, Andreé Ruth Shammah e Elisabetta Vergani, al mezzanino della metropolitana. Una esperienza sensoriale sotterranea, per poi riemergere alle 16 puntuali con “Armi e amori nella Milano napoleonica” al Museo del Risorgimento con Carlo Patriarca e Piero Colaprico. Sempre nella Milano di ieri si resta con “Quando Milano censurava Milano”, con esposizione di “corpi del reato” letterari e altro materiale giudiziario, spiegato da Antonio Armano e Ambrogio Borsani nel Salone Arci di Solari 40 alle 17.30, con finale con vino e prodotti tipici della Lombardia per aperitivo. In alternativa si può veder calar il sole sulla Milano del 1943: “quando Milano era quasi morta”, alle 18 a Palazzo Greppi, con il reading di Valeria. Palumbo e Paola Salvi e l’accompagnamento musicale di Carlo Rotondo e Walter Colombo. In serata per chi passa dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ci saranno reading, spettacoli, performance, installazioni, libri, musica: drink and read responsibly, organizzati da varie case editirici per un “Milano Book Party. Salva un libro indipendente dal macero!” . Per gli affezionati al genio di Jannacci alla biblioteca di Rozzano alle 21 viene presentata la graphic novel “La mia gente” di Davide Barzi, una mostra con spettacolo musicale.
Domenica mattina sia per chi lo ha già ammirato, sia per chi lo deve ancora scoprire, tutti a RED, in piazza Gae Aulenti, per parlare del “Cantiere urbano più grande d’Europa, Porta Nuova”, con Manfredi Catella e Luca Doninelli, alle 10. Alle 11, invece, c’è un appuntamento con “Leggere le città” e Giorgio Pinotti, «Milàn e poeu pü», al Teatro Litta, con Giorgio Pinotti.
Nel pomeriggio un omaggio a Pasolini con “Il poeta e i teddy boys” al Piccolo Teatro Grassi con Walter Siti e Silvia De Laude, alle 14.30, mentre alle 17 il libro “Piccoli schiavi a Milano” viene presentato alla Rotonda, alla presenza degli autori Roberto Anglisani e Maria Maglietta. Alla stessa ora Giorgio Fontana presenta “Tre sguardi narrativi su Milano” alla Libreria Popolare di via Tadino con brani inediti che parlano di Milano vista e vissuta da alcuni immigrati, da un magistrato a fine carriera e da un giovane innamorato.
Prima di trascorrere la serata con letture dedicate a Milano, alle 18 non si può mancare ad un appuntamento con la Costituzione, perché “Siamo di buona Costituzione”. Gherardo Colombo ne parla al Museo del Risorgimento alle 18, poi, dalle 21, “I milanesi non ammazzano il sabato”, all’ex Fornace di via Gola, Alzaia Naviglio Pavese 16: un finale di Bookcity da trascorrere in un quartiere milanese con letture teatralizzate di Giorgio Scerbanenco, Paolo Trotti e Beppe Viola e l’accompagnamento musicale Milano anni 70. Lunedì mattina, però, ci si sveglia nel 2013, e Bookcity, tornerà solo nel 2014.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...