SCRITTORI PER RAGAZZI/BEATRICE ALEMAGNA

UN-LEONE-A-PARIGIPoliedrica e particolarissima artista, Beatrice Alemagna scrive ed illustra libri per bambini, soprattutto francesi, ma un po’ di tutto il mondo. E non solo: suo è il manifesto dell’ultimo film di Ascanio Celestini “La pecora nera”, ad esempio, e sue sono le fantasiose illustrazioni che girano per città come Parigi, Bologna, Bordeaux, Charleville, Monaco, Pau, San Paolo, Roubaix, Reims, Cherbourg, Lisbona, Bobigny, Tokyo, Sapporo e Kyoto. Le sue opere hanno fatto il giro del mondo ma mai l’Italia le ha dato soddisfazione quanto il paese in cui la sua carriera è nata e tuttora in parte procede: la Francia. La Libreria dei Ragazzi di via Tadino ne ospita sempre i libri, creando una piccola “isola Alemagna” così che anche i giovani lettori milanesi possano conoscere una autrice di cui andare fieri. A qualsiasi età, perché a qualsiasi età si rivolge quando ad esempio racconta la città in “Un leone a Parigi” (Edizioni Donzelli). Con gli occhi del felino in arrivo dalla savana africana, il lettore approda nella movimentata città francese perdendosi tra la stazione e la torre Eiffel, lungo la Senna, fra cattedrali e bistrot . Mentre il racconto si perde nelle viuzze dei quartieri più vivaci, le illustrazioni di Beatrice Alemagna, fatte a collage, mostrano situazioni a metà fra il verosimile e l’onirico, mescolando il realismo delle fotografie all’assurdità delle scene dove il leone che si aggira indisturbato e quasi ignorato fra la folla cittadina.
Sempre con il collage, l’illustratrice da vita ad un intero mondo di fantasia, quello delle pulcette, e “Le pulcette in giardino” è uno dei tre album pubblicati dalle Edizioni Phaidon e a loro dedicati. Questi insettini abitano in un vecchio materasso abbandonato in un giardino, sono creature saltellanti, confusionarie, morbide e paffute e risultano subito simpatiche ai più piccoli. Le loro avventure, pagina dopo pagina, sono costellate da sorprese, e anche da materiali “strambi” come lana, collage di stoffe, ricami e bottoni su fogli di panno.
Adatto ai bambini dai tre anni in su, edito da Topipittori, c’è “Buon viaggio, piccolino!”, un piccolo albo che accompagna il lettore nel delicato momento dell’andare a nanna. Non si tratta di una descrizione realistica del rituale serale, ma di una sua trasfigurazione fantastica che cattura l’attenzione e lascia scorrere l’immaginazione. Libri, giochi, vestiti, vivande: tutti gli oggetti utili per il viaggio vengono raccolti per la partenza e solo nelle ultime pagine il doppio senso è svelato.
L’indole “giramondo” dell’autrice è poi espressa al meglio nella galleria di ritratti d’infanzia “Che cos’è un bambino?” sempre portata in Italia dai Topipittori. I protagonisti sono tutti i bambini, tutti diversi, con tratti somatici, espressioni e personalità particolari e irripetibili. Ogni sguardo racconta una storia, ogni ritratto immortala il soggetto catturandone l’essenza. Anche se provengono da corpi così lontani, tutti i loro pensieri arrivano piccoli e fragili al lettore e sono grandi, forti e profondi, tanto da far riflettere su cosa voglia dire essere bambino e cosa voglia dire crescere.

Già pubblicati nella serie ‘scrittori per ragazzi’: Roberto Piumini , Emanuela Nava , Antonio Ferrara , Christine Nostlinger

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...