SCRITTORI PER RAGAZZI/GIUSI QUARENGHI

io-sono-il-cielo-che-nevica-azzurroLa natura, le favole, l’adolescenza e la poesia. L’universo di Giusi Quarenghi non è contenuto però solo tra questi quattro punti cardinali, spazia altrove e ce ne si può fare un’idea con i libri dell’autrice consigliati dalla Libreria dei Ragazzi di via Tadino, e innamorarsi della prosa e della poesia che contengono. I suoi toni lirici presenti anche quando si tratta di prosa, lo sguardi sognante che si intrufola potente anche i situazioni concrete e dolorose. E’ lei, Giusi Quarenghi, è così. Le sue origini bergamasche, i prati, l’acqua ,le campane, gli animali e i personaggi delle Prealpi sono lo sfondo di “Io sono il cielo che nevica azzurro”. Quello edito da Topipittori, infatti, è un racconto autobiografico che vacilla tra la rievocazione di una forte insofferenza e il piacere di ricordare i momenti intensi dell’infanzia.
Con “Niente mi basta” (Salani) si passa all’adolescenza, quella di Gaspara, che Quarenghi accompagna per mano attraverso le tensioni e le fatiche psicologiche del crescere, di un crescere passando attraverso i disturbi alimentari. Il rifiuto per il proprio corpo che non corrisponde ai canoni sociali di bellezza, è il tema chiave, accompagnato dalla conseguente tensione nei rapporti sociali e familiari. Gaspara, grazie a Giusi Quarenghi, parla a tutte le sue lettrici di un argomento profondamente toccante, risparmiando un finale banalmente consolatorio, non “condendole via” con stereotipi. Altro tono e altri argomenti per un altro titolo dell’autrice: “I tre porcellini” (Topipittori) che rivede la favole con un punto di vista assolutamente inedito chiedendosi: “E se uno dei tre porcellini fosse stato in effetti…una porcellina?” La “quota rosa” inserita rende la trama più creativa, collettivista e generosa. Non più casette di legno, intonaco e mattoni ma un cerchio di fuoco, domestico e rassicurante, nel quale rifugiarsi per cacciare la belva e scaldarsi corpo e cuore. Un ingrediente fondamentale della magia irradiata dal libro sono le illustrazioni simboliche di Chiara Carrer.
Autrice anche di versi, Quarenghi ne ha raccolti alcuni per Topipittori nel libro “E sulle case il cielo”e ancora al suo fianco ad illustrarli Chiara Carrer. La natura e i rapporti umani sono i temi accarezzati dalle rime proposte a ragazzi di circa 10 anni, proprio quelli spesso costretti a sopportare banali combinazioni di rime baciate e assonanze. In prima pagina una citazione di Rilke:”Perché i versi non sono, come si crede, sentimenti, sono esperienza”.

Già pubblicati nella serie ‘scrittori per ragazzi’: Roberto Piumini , Emanuela Nava , Antonio Ferrara , Christine Nostlinger , Beatrice Alemagna , Michael Morpurgo , Francois Place , Lia Levi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...