Archivi del mese: Mag 2014

RACCONTARE PERSONE

dettato_cover_storeL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Sergio Peter esordisce con un romanzo, ‘Dettato’, dopo tanti racconti, lo fa con una sgargiante ma elegante copertina verde e racconta i suoi luoghi, le montagne tra il Lago di Como e il Lago di Lugano, terre poco nota tra terre note. L’editore Tunué lo ha scelto per affacciarsi alla narrativa con una nuova collana dedicata, “Romanzi”, che a leggere Peter, ben promette. Continua a leggere

LA CASA DI VIA PALESTRO

La-casa-di-via-PalestroGuerra “pubblica”, ufficiale, nota a tutti, e guerra privata, per il diritto di dirsi e viversi omosessuale come lo si è. Odori, sapori e piccoli momenti di una infanzia e una adolescenza nel dopoguerra vissute dove oggi sorge l’area di servizi in appoggio al discusso aeroporto di Malpensa. Franco Buffoni racconta così la “sua Gallarate” in un sottile volume vivace e profondo, “La casa di via Palestro”, un “Marcos Ultra” della Marcos y Marcos. E’ un libro che non cede alla malinconia, il suo, ma neanche all’invettiva cattiva. Continua a leggere

ANDERSEN DA RISCOPRIRE

andersen1-800x800L’attesa di veder premiati i 10 già noti vincitori del “suo” premio, il 24 maggio a Genova, a suo benvolere, è un’ottima occasione, come ricorda bene La Libreria dei Ragazzi, per riscoprire le sue opere. Lui, uno dei primi a cui dover dedicare un premio, è Christian Andersen, leggendario. La Sirenetta è approdata anche alla Disney e richiama fan sulle scogliere di Copenhagen, ma non c’è una sua favola che non meriti lettura, soprattutto se ben illustrata. Continua a leggere

SE CHIEDI AL VENTO DI RESTARE

coverL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Paola Cereda è il nome della autrice, “Se chiedi al vento di restare”, il titolo del libro. Il primo nome si traduce presto in Brianza , il secondo in Mediterraneo, mare, brezza salata e selvaggia. Ecco che già dalla copertina si avverte l’accostamento audace che cela o un errore, o un esperimento letterario, ma prima ancora culturale, coraggioso. Continua a leggere

SOTTO LA COPERTINA PATINATA

rizzoli_-_un_delitto_molto_milaneseC’è la pioggia, ci sono gli uffici patinati, tante “tipe in tailleur”, di svariati anni e livelli di lifting, tanti “uomini camicetta e caffé”. Siamo in centro. Siamo a Milano. La “pecca” che rovina la purezza meneghina del libro sono le origini del protagonista Ernesto Campos, ex avvocato evidentemente spagnolo, ma, forse, volute così, servono proprio per far risaltare che si tratta proprio di “Un delitto molto milanese”. E’ il libro di Antonio Steffenoni ed è proprio questo il titolo, scelto da Rizzoli per un’opera di oltre 400 pagine tutta giocata sulle indagini relative alla morte di un noto pubblicitario ultra 50enne Marcello Luccioli. Continua a leggere

UN ANNO SENZA IL LIBRAIO DEI BAMBINI

downloadI bambini leggono, e ne “I bambini leggono”, i bambini leggono sul serio, a raccontarlo è il maestro, in ogni senso, Roberto Denti con un saggio destinato a chi più bambino non è, almeno all’esterno, ma che continua ad occuparsi di letteratura e ragazzi. Ripubblicato da Il Castoro, in occasione dei 40 anni della Libreria dei Ragazzi di via Tadino, fondata proprio da lui nel 1972, questo libro è il diario di bordo di un’esperienza culturale diventata un pezzo cardine di quella radicale trasformazione avvenuta nel modo di considerare la cultura dell’infanzia.  Continua a leggere

STORIE DA MILANO SUD

970923_526160524098428_1042411097_nL’INTERVISTA  L’hashtag è #storiedamilanosud, prevalentemente in Facebook (pagina: Storie da Milano Sud), in sinergia con Twitter ed Instagram e vi si legge esattamente quanto annunciato: Storie da Milano Sud. “Prospettiva Asfalto”, prima, ”B”, ora, poi, chi lo sa, ma sarà certamente “da Milano Sud”. E’ un progetto onesto, gratuito, e di puro piacere letterario quello portato avanti da Gabriele Macchiarella che, così, dopo “Prospettiva asfalto” sta ora pubblicando il romanzo a 4 mani con il giornalista freelance Roberto Caravaggi. Vivono entrambi in quel di Locate Triulzi, questo li rende molto complici, nel romanzo e nella realtà. Continua a leggere

IL FIORDO DI MILANO

il-fiordo-di-milano-167498Se la deve giocare con Oslo, l’ordinata e civile Oslo, stavolta, ma l’arbitro non è neutrale, come sempre, e lei vince ancora. “Lei” Milano, perché nel libro è un personaggio, vince. Vince e prende spazio, anche ad Oslo. Ecco cosa succede nel nuovo romanzo di Andrea Ferrari che, già nel titolo, anticipa l’operazione di gemellaggio e commistione tra le due metropoli: “Il fiordo di Milano”. Edito da Eclissi, nella collana de “I Dingo”, il libro si presenta come il nuovo episodio della saga del detective un po’ imbranato Brandelli e annuncia con il titolo che l’ambiente sarà ancora quasi più ingombrante della trama. Continua a leggere