UN ANNO SENZA IL LIBRAIO DEI BAMBINI

downloadI bambini leggono, e ne “I bambini leggono”, i bambini leggono sul serio, a raccontarlo è il maestro, in ogni senso, Roberto Denti con un saggio destinato a chi più bambino non è, almeno all’esterno, ma che continua ad occuparsi di letteratura e ragazzi. Ripubblicato da Il Castoro, in occasione dei 40 anni della Libreria dei Ragazzi di via Tadino, fondata proprio da lui nel 1972, questo libro è il diario di bordo di un’esperienza culturale diventata un pezzo cardine di quella radicale trasformazione avvenuta nel modo di considerare la cultura dell’infanzia. 

A un anno dalla scomparsa di Denti, la sua Libreria dei Ragazzi invita tutti a ripensare a quanto ha vissuto e ha voluto lasciarci: non un’esperienza commerciale ma una metamorfosi dal ’70 ad oggi del costante rapporto tra la libreria e le trasformazioni sociali del mondo esterno.
2589-Sovra.indd“Sistemati” i lettori grandi, ora si può pensare a quali migliori titoli consigliare ai grandi lettori, gli under 16. Un titolo che spopola, in via Tadino, anche perché molto divertente, è “Cappuccetto Oca” (Edizioni Piemme). E’ un ideale sequel della favola di Cappuccetto Rosso dove l’autore immagina la nonna che si sente sola e trascurata da tutti, mentre la nipotina, vanesia e ingrata, “se la tira” per l’impresa compiuta. La vecchietta buona buona si prenderà una bella rivincita con l’aiuto della strega Melisenda e con un “pouf” e la nipote diventerà un’oca starnazzante.
principe_azzurroAncora nel mondo delle favole, in compagnia delle Edizioni Piemme, con “La vera storia del Principe Azzurro” dove Denti si è divertito a riproporre celebri personaggi sotto punti di vista alternativi, giocando con la “morale” delle fiabe con un principe azzurro. Scrivendo le sue memorie, ormai anziano, il protagonista confessa un passato da un Don Giovanni, sempre pronto a fare promesse a destra e sinistra. Ce lo ritroviamo in tante storie: a promettersi sposo a Biancaneve, a Cenerentola, alla Bella Addormentata, a Rosaspina ma alla fine nessuna si fida più delle sue promesse e il principe rimane solo.
In “Ancora un giorno” (Edizioni Piemme) Denti entra in un gruppo di ragazzini di Milano, quasi per caso coinvolti in azioni di Resistenza, e racconta la lotta partigiana contro Repubblichini e tedeschi con una prosa viva e avventurosa, ricca di colpi di scena. 1200_202a6e0609544ed9f6103ecbbf843a81Oltre all’adrenalina della lotta, però, nel libro è raccontata anche la drammaticità di quei momenti e la grande fatica, l’umanità, la solidarietà della popolazione. Nella parte finale del volume poche utilissime pagine ricostruiscono in sintesi gli avvenimenti storici.
Tra storia e favole, Denti nella sua carriera trova spazio anche per la sfera più intima dei suoi lettori, ad esempio con “Anelli magici e ladri di fuliggine” (Edizioni Piemme) dove Marcello sempre un po’ di burrasca con i genitori trova sollievo con il nonno e le sue storie. Il giovane fa così la conoscenza di un certo Robinson, solo su un’isola deserta, di un cane di nome Buck che vive in Alaska, di una bambina di nome Lavinia con un magico anello, di una principessa cinese di nome Turandot, di un simpatico bambino inglese alle prese con un convegno di streghe, di un saggio topolino di nome Federico. Una raccolta di storie incredibili con il potere di far evadere dalle nostre piccole o grandi preoccupazioni quotidiane e aiutano a crescere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...