FAVOLE E DIRITTI

GAY PRIDE, ANCHE PISAPIA A CORTEO - FOTO 1Ad aprire le danze domani, venerdì 27 giugno, alle 17.30 in piazza Oberdan sarà un bell’anatroccolo, Elmer, quello del libro de Lo Stampatello, la casa editrice che stampa per tagliare le gambe a tutti gli stereotipi di genere che ancora imperano nella società. Agli stereotipi passati presenti e futuri, per una generazione “arcobaleno”. Maschio amante della cucina, sempre elegantemente in rosa, “Il bell’anatroccolo” raccontato da Harvey Fierstein e disegnato da Henry Cole è uno degli ospiti di una maratona di letture animate che venerdì pomeriggio in Porta Venezia, incanterà grandi e piccini con favole sui diritti e contro gli stereotipi, in attesa del gay pride milanese di sabato 28 giugno (ore 16, piazza Duca d’Aosta). 

L’iniziativa della casa editrice, in collaborazione con la Libreria dei Ragazzi che non manca un titolo di questo genere, alla vigilia della manifestazione diventa un appuntamento ancora più carico di significato per una realtà che però ogni giorno “si batte per abbattere gli stereotipi di genere ancora ben saldi a Milano come in tutto il Paese”. Si tratta di una battaglia apprezzata da tanti piccoli lettori, ma combattuta in prima linea da due donne, trincerate dietro a due scrivanie, con due pc e qualche altro “ammenicolo”. Oltre a selezionare, cercare, contattare, pubblicare, promuove i propri titoli “arcobaleno”, Maria Silvia Fiengo e Francesca Pardi, le due “guerriere” fondatrici de Lo Stampatello e , prima ancora, el 2005 dell’ Associazione Famiglie Arcobaleno (www.famigliearcobaleno.org), si occupano anche dei loro 4 figli, ed è proprio la loro storia quella da cui sono partite per raccontare le famiglie, le diversità e la varietà con cui si può essere tali. Sempre con una leggerezza impegnata, una delicatezza mai polemica che, associate alla fermezza dei propositi, rendono i loro libri infallibili nella lotta agli stereotipi.
Non a caso dopo le prime timide pubblicazioni, oggi colorati e sorridenti, i libri a catalogo sono numerosi, e ce ne sono in arrivo ancora: uno tira l’altro, un effetto virale che le due editrici stesse si augurano valga anche per i valori trasmessi attraverso queste letture. Si chiedono quando “smetterà di essere una stranezza ogni famiglia che non rientra nel modello “mulino bianco”” e si preparano intano per venerdì, sfogliando il bel “Perché hai due papà?”, di Francesca Pardi con illustrazioni di Annalisa Sanmartino e Giulia Torelli. Leggendo questo libro in piazza Oberdan sarà chiaro a tutti come Franco e Tommaso riescono ad avere il figlio che desiderano, con l‘aiuto della gestazione di sostegno: finalmente parole semplici e lineari per spiegare la magia di un bimbo con due genitori senza pancione. Speculare ci sarà anche “Perché hai due mamme?” nato sempre dalla penna di Pardi per rispondere alla primogenita Margherita che si sentiva porre la curiosa domanda dai compagni di classe. Cosa meglio di una bella favola colorata per rispondere? Lo Stampatello l’ha pubblicata e messa a disposizione delle tante Margherita italiane e a tutti i giovani lettori che non porranno poi più domande così. “Qual è il segreto di papà?” è la quarta lettura del pre-gay pride milanese di piazza Oberdan e la storia da raccontare si fa ancora più difficile. In aiuto all’autrice, Francesca Pardi, arriva la matita di Desideria Guicciardini, per spiegare come funziona quando un genitore è omosessuale e con un figlio nato all’interno di una precedente relazione eterosessuale. Spesso accade che il genitore in questione tenga nascosta la propria omosessualità: ecco il segreto di papà del titolo, che fa pensare a qualcosa di terribile se mai spiegato, il testo infatti suggerisce di offrire con leggerezza e amore ai propri figli la verità su se stessi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...