PREMIO ANDERSEN, GUIDA AI VINCITORI

Schermata del 2014-06-27 14:49:24AND
Cani, orsi e pasticcini da leccarsi i baffi, immagini da lustrarsi gli occhi e questa è solo la prima “batteria” dei vincitori del premio Andersen 2014 (gli altri vincitori in un articolo nei prossimi giorni). La Libreria dei Ragazzi da via Tadino, come se fosse stata a Genova a consegnare nelle loro mani il premio, ci presenta uno per uno autori e libri da non perdere.

Partendo dai più giovani, più impazienti, ecco il libro vincitore per la categoria 0-6 anni: “Una canzone da orsi” di Benjamin Chaud (Edizioni Panini). Con illustrazioni ricche di minuscoli dettagli da inseguire, nascosti tra le pagine, questo magico volumetto cattura l’attenzione anche di chi vede nelle frasi solo enigmi indecifrabili. Osservando colori e forme, con un buon narratore al fianco, anche i più piccoli diventano partecipi della storia di Orsetto, ancora sveglio mentre in inverno Papà Orso sta già russando. Per fortuna passa un’ape e inizia un vivace inseguimento a cui partecipare pagina per pagina.
Passando alla successiva categoria di età si resta nel regno animale e ci si chiede: “Perchè il cane ha il naso bagnato?”. A rispondere, in forma di racconto illustrato, Kenneth Steven e Oyvind Torseter in un libro edito da Electa kids. Si potrebbe definire l’Arca di Noè declinata in stile nordico e con una buona dose di umorismo, soprattutto nei disegni che rendono il tutto moderno e divertente.
Sempre in occasione del Premio Andersen, tutti i lettori dai 9 anni in su, sono invitati nella bottega di dolci e delizie inventata di sana pianta da Luigi Ballerini nel suo “La signorina Euforbia” (Edizioni San Paolo) dove la protagonista mescola sapientemente gli ingredienti più classici sfornando pasticcini “personalizzati”. Sì, dolci, ma soprattutto studiati per venire incontro alle esigenze più intime ed urgenti di ogni golosone: un desiderio, un problema da risolvere, una soluzione che non viene a galla….L’autore non lo svela, ma potrebbe esserci a Milano una pasticcera così.
La meraviglia illustrata da Alessandro Sanna in Fiume Lento (Edizioni Rizzoli), poi, vincitore del premio per il miglior albo illustrato, non ha età, raggiunge il cuore di tutti e lo conquista.
Attraverso una narrazione fatta di sole immagini ad acquerello, questo libro è un omaggio a un luogo popolato di natura e di miti, il fiume, e alla “bassa” del Po, con la sua storia e le sue tradizioni. E’ suddiviso in quattro racconti che ripercorrono quattro episodi del fiume nelle altrettante stagioni: l’alluvione autunnale, la natività di un vitellino in inverno, una festa di paese in primavera, un omaggio al pittore Ligabue nel suo incontro con la famosa tigre dei suoi quadri. Breve e davvero invitante la prefazione di Ermanno Olmi mentre la postfazione è scritta dallo stesso autore che racconta le fonti di ispirazione e la filosofia con cui ha realizzato la sua opera vincitrice.
La prima dose di vincitori Andersen si conclude con il vincitore del premio per il miglior libro di divulgazione, e si tratta di Andirivieni, di Isabel Minthos Martins e Bernardo Carvalho. Pubblicato da La Nuova Frontiera junior, il volume è un invito in parole e colori a riconsiderare e ridimensionare l’importanza dell’uomo all’interno del suo sistema ecologico, e a conoscere la vita degli animali da insoliti punti di vista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...