INTRIGHI NEL PAESE DEL ‘GIOVANE PREMIER’

978-88-541-6360-7L’INTERVISTA CON L’AUTORE  C’è una frase sulla copertina che riassume meglio di tante parole il succo del romanzo: “Governano segretamente il mondo, controllano politica e finanza, chi si oppone al loro potere muore”. Quando scoprirete qual è il loro Sigillo, avrete voglia di saperne di più. Parola dell’autore del libro edito da Newton Compton, “Il Sigillo dei Tredici Massoni”, che con questa sfida introduce il lettore a quell’atmosfera di mistero in cui dovrà respirare per tutta la lettura. Lui è il varesino G.L. Barone e il successo non vive di sola suspence. L’ambientazione, attuale e italiana, le trame e il tramare politico, quasi da oracolo, come i personaggi, e una grande attenzione ai particolari sono tutti fattori che stanno collaborando affinché gli occhi non si stacchino della pagina. Intanto a collaborare, nel libro, sono pochi, pare…

Okay, niente trama, se no “non lo comprano” ma almeno il contesto di questo nuovo libro? È un thriller, uno di quei libri che mirano a intrattenere e divertire ma che, nel contempo, alla fine della lettura ti lasciano qualcosa… Il Sigillo dei Tredici Massoni è la storia di un’indagine affidata al Pubblico Ministero Fossati, durante la quale i protagonisti scoprono un segreto Politico-Massonico-Economico troppo grande per poter essere svelato. Un segreto con il quale, da soli, i Tredici Massoni controllano il destino del globo.

Hai corso il rischio di fare da preveggente, vero? Beh… in effetti… però spero proprio di non essere preveggente, non era quello il mio scopo: il fatto è che nel prologo del libro il Presidente del Consiglio Italiano viene assassinato durante il semestre europeo…. A parte questo, il mio Presidente è un giovane politico ed è stato eletto quasi con un plebiscito. Soprattutto, è un uomo che vuole finalmente risolvere i problemi Italiani e Europei. Il caso ha voluto poi che il libro uscisse proprio nei giorni in cui in Italia veniva nominato un nuovo Presidente del Consiglio e alla vigilia del Semestre Italiano.

E quella copia del libro regalata a Matteo Renzi? Direi che ce n’era abbastanza per accomunare la mia vicenda a quella di Renzi. E così, sapendo che è un uomo spiritoso, gliene ho regalato una copia perché fosse di buon auspicio…

In quanto tempo e come ti sei preparato per non cadere in errori e / o contraddizioni ? Come nei miei precedenti libri, c’è molta ricerca. Per quasi un anno ho consultato libri e siti internet, dai più istituzionali a quelli più “Cospirazionistici”. Essendo un libro di narrativa, però, della “montagna” di nozioni che ho studiato affinché sul piano politico-economico il romanzo fosse verosimile, nel testo emerge soltanto la punta.

Anche il tuo precedente “La cospirazione degli Illuminati” è ambientato in Italia, in quel caso in Vaticano e a Roma, e ai giorni nostri. Restare in patria è una scelta quindi? Sì. Penso che, a differenza di molti autori stranieri che collocano le loro storie in Italia, noi giochiamo in casa e non mi faccio certo scappare l’occasione di descrivere luoghi e situazioni che conosco bene. L’italianità descritta da un italiano è più “vera” di quella descritta da un americano o da un inglese, è evidente, ed è forse anche per questo che la Cospirazione è stato venduto bene anche all’estero. In tutti i paesi di lingua spagnola e portoghese soprattutto.

Tanti misteri, nei tuoi libri, ma poi fuori una certezza c’è, in copertina… vero? Sì, in effetti, non so se casualmente o meno, sia nella Cospiraizone degli Illuminati che nel Sigillo dei Tredici Massoni ci sono delle fiamme sulla copertina. Nel primo avvolgono il Vaticano, nell’ultimo sono attorno al simbolo della massoneria. Il motivo credo che sia facile: le mie storie hanno come sfondo cospirazioni che nella maggior parte hanno una potenzialità distruttiva. E le fiamme credo che evochino in maniera inequivocabile questo concetto.

Che ruolo hai avuto nella creazione delle tue copertine? E per i titoli? Da contratto entrambe le scelte spettano all’editore, che ha il polso su ciò che chiede il mercato e ciò che si vende meglio. L’autore può dare suggerimenti, che a volte vengono recepiti e altre no.

Nel tuo caso? Per il titolo della Cospirazione, la scelta fu fatta esclusivamente dall’editore e la cosa credo sia stata una delle cause della grande fortuna del libro. Per il sigillo invece, l’editore ha scelto rielaborando alcune proposte che avevo fatto io: quando me lo ha poi comunicato ne ero veramente molto contento. Il suo, molto più dei miei, riassumeva l’essenza del libro.

E sui contenuti, invece, l’editore ti ha dato mai dei vincoli ? Salvo casi specifici, l’editore mi lascia libero di scrivere ciò che più mi piace… che poi di solito coincide con quello che piace ai lettori amanti genere. Per il libro che sto scrivendo adesso, in particolare, ho parlato con la mia editor dell’idea che avevo in mente e assieme ne abbiamo smussato gli angoli. Non posso dire di avere avuto grandi vincoli, anche se in passato è capitato.

Quando? Tra il 2013 e il 2014 è uscito per la collana Newton Compton Original un mio romanzo a puntate in ebook intitolato Il Tesoro Perduto dei Templari. Per quel libro mi fu chiesto di aggiungere alcuni argomenti che sarebbero stati coerenti con la collana in cui poi sarebbe stato inserito. Devo dire che quegli indirizzi mi servirono per trovare nuove strade narrative che magari non avrei percorso in loro assenza.

Cosa più ti piace del mondo editoriale attuale? Io vengo dal self publishing, in cui l’autore deve sapere fare tutto, dalla copertina, al marketing alla promozione. Nell’editoria “vera” ciò non avviene, hai persone che si occupano di ogni aspetto del libro. Questo è ciò che mi piace di più: avere più tempo per quello che è la cosa più importante per uno scrittore: scrivere.

Che rapporto hai con tablet e e- reader? Direi molto buono, se non ottimo. Se sono arrivato in Newton Compton lo devo esclusivamente al diffondersi degli ebook su e-reader e tablet. Da lettore mi piace leggere su entrambi i supporti. Non c’è una regola, non importa dove leggo, mi importa leggere…

“Dietro alle fiamme” della tua prossima pubblicazione cosa ci aspetta?  Cospirazioni naturalmente… ancora il Vaticano… ancora segreti in grado di destabilizzare il mondo. Ma non voglio dire di più, se non che re-incontrerete personaggi che già conoscete, anche se saranno alle prese con una storia completamente nuova e del tutto scollegata e indipendente dalle precedenti. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...