TEATRI/GUIDA ALLA NUOVA STAGIONE

TEATRI, PRONTA NUOVA STAGIONE DELLE SALE MILANESI - FOTO 7Un autunno per tutte le stagioni quello messo in scena dai teatri milanesi: c’è sia chi sorprende a settembre, con un titolo da rientro dolce, sia chi aspetta ottobre ma per “fare il botto”, ma non c’è programma da trascurare per chi ha voglia di riporre il telecomando sul sofà e lasciarlo deserto per accomodarsi invece sulla propria poltroncina rossa numerata.
Sotto la direzione artistica di Corrado d’Elia e Corrado Accordino, dall’alto del palazzo in zona porta Genova che lo ospita, uno dei primi ad iniziare è il Teatro Libero. Lo fa il 17 settembre con il celebre testo di Baricco, “Novecento”, per poi alternare l’impegno civile di “Nunca Mas – gente che scompare” (1 – 6 ottobre) all’amorevole ironia sferzante di “Elevati e lavati” (22 ottobre – 3 novembre) seguito i primi di dicembre da “Coniugi”. Gli ultimi giorni dell’anno, San Silvestro compreso, sono nelle mani di Michael Frayn con il suo “Rumori fuori scena”.
Settembrino anche l’Elfo Puccini che consacra i suoi spazi e le sue energie alla danza di Milanoltre, dal 27 settembre fino al 12 ottobre, per poi dare le chiavi della sala Bausch in mano alle compagnie del ciclo “Nuove Storie”, sempre da scoprire. Intanto, negli altri suoi spazi di corso Buenos Aires, si continua con il ritmo e la musica, quella dei “Tre Allegri Ragazzi Morti” con “Cinque allegri ragazzi morti – il musical lo-fi” basato sull’omonimo romanzo a fumetti di Davide Toffolo (28 ottobre- 2 novembre). “Dedicato a tutti i familiari delle vittime e a tutte le vittime dei familiari”, sempre all’Elfo va in scena dal 25 novembre a fine mese “Thanks for Vaselina” e con il freddo arrivano dalla russia “La leggenda del grande inquisitore” di Fëdor Michajlovič Dostoevskij (2-7 dicembre) e dagli USA “Frost/Nixon”, già successone nel 2013, di Peter Morgan (12 dicembre – 4 gennaio).
Di tutt’altro genere lo spettacolo di capodanno al Teatro Carcano che, solo per il 31 dicembre, ospita il Balletto di Mosca con “Giselle”. Nei precedenti mesi della stagione, tra i vari titoli anche “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand (15-26 ottobre) e “Il cappotto”, liberamente ispirato all’omonimo racconto di Nikolaj V.Gogol’ (10-21 dicembre).
Completamente ed dichiaratamente dedicata a Franca Rame, al Teatro della Cooperativa la programmazione parte a ottobre, con la prima nazionale del suo spettacolo “Coppia aperta, quasi spalancata”, diretto da Renato Sarti, con Alessandra Faiella e Valerio Bongiorno (6 – 26 ottobre). Un’altra prima nazionale in cartellone quella de “Il carnevale dei truffati”, (28 novembre – 14 dicembre), sempre con Sarti, stavolta anche sul palco, con Bebo Storti. Il 2014 in via Hermada si conclude con “Notizie di M”: canzoni, monologhi, dialoghi, racconti di amori, di quotidianità, di sfortune dal sapore tutto milanese di e con Walter Leonardi e Flavio Pirini.
Milanese doc anche la protagonista e interprete dell’apertura di stagione al Parenti: lei è Franca Valeri e dal 9 ottobre porta in scena “Il cambio dei cavalli”. A cavallo tra novembre e dicembre tornano poi “Gli Innamorati” di Carlo Goldoni con la regia Andrée Ruth Shammah, e torna anche un amico, ormai, del Parenti: Filippo Timi, con “Skianto”. “Sogno di una notte di mezza estate” occupa il palco tra il 2014 e il 2015, ma da assaggiare e consultare, parallelamente, ci sono anche i titoli della proposta “Con altri occhi” tra cui spunta Eva Cantarella e il suo “Fedra – Diritto all’amore” (5- 16 novembre) con un contributo musicale di Carmen Consoli.
Ad assicurare le risate a tutti, ogni domenica sera a partire dal 12 ottobre, sulla traccia delle migliori meneghine tradizioni, è il Teatro Manzoni che al calendario di prosa affianca gli appuntamenti del “Manzoni Derby Cabaret”, dalle 19.30 alle 21.45, presentati da Maurizio Colombi e Luisa Corna. La stagione di prosa, feriale, riserva grandi nomi e grandi titoli senza far attendere il pubblico: subitoda un’idea di Pietrangelo Buttafuoco, Massimo Fini porta a teatro “Nerone- Due anni di calunnie” (2 – 19 ottobre), e poi Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli e Sergio Muniz arrivano con “Tres”, ( 23 ottobre – 9 novembre) seguiti da Beppe Fiorello e il suo “Penso che un sogno così…”. La fine dell’anno è affidata a Pierfrancesco Favino, dal 9 dicembre in poi, con “Servo per due”.
Altro cartellone “luccicante” di star è quello del Teatro Nuovo con Natalino Balasso, dal 7 ottobre, Jerry Calà per un evento speciale il 24 novembre, e le Sorelle Marinetti la prima settimana di dicembre. Poi, il classico musical “Sette Spose per sette fratelli” per passare dal 2014 al 2015 in allegria. A due passi dal Nuovo c’è il palcoscenico del Teatro San Babila, che punta più sul classico, fin dal 10 ottobre con “La vedova scaltra” di Carlo Goldoni e continua a parlare di coppie a novembre con il divertente “Ti ho sposato per allegria” di Natalia Ginzburg e a 2 dicembre con “Il clan delle divorziate” di Alil Vardar.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...