UN’ESTATE PER CAMBIARE

566-3933-9_4f57bbe998032fefc5800905cbbde7a5L’INTERVISTA CON L’AUTORE  Le sospirate vacanze si trasformano in vacanze dei sospiri per la giovane vivace e autobiografica protagonista di “Tutta mia la città”, scritto dalla giovane e vivace Carlotta Pistone per Piemme Edizioni. Il racconto del suo agosto 2012 a Milano, un agosto “in cui sono cambiate tante cose nella mia vita. La svolta più significativa, che ha decisamente cambiato anche la mia visione di Milano, ogni giorno, tutto l’anno, è che a Milano non ci vivo più”.

Nostalgia della metropoli? Per fortuna è ad appena dieci minuti di auto dalla mia amata metropoli. Però è stato un passo importante ma posso affermare che ne è valsa la pena!!!

Quanto tempo è passato dai fatti che racconti? Sono trascorsi esattamente due anni. Tutta mia la città è ambientato nell’agosto del 2012, un agosto davvero pazzesco, che è diventato ancora più incredibile una volta messo nero su bianco, rilegato, impacchettato, pronto per essere letto da chiunque!

Che effetto ti fa rileggerti? Ti senti più nuda girando per Milano pensando che qualcuno ha letto di te? Il fatto che adesso chiunque possa leggerlo o averlo letto mi fa sentire stranamente libera, forse perché in fondo avevo più bisogno di scrivere questa storia di quanto immaginassi.

Una reazione o un commento che ti ha colpito? Per ora è al primo posto c’è: “Sei riuscita a parlare di emozioni personali rendendole universali”. Mi devo però ancora abituare a commenti, messaggi e mail di lettrici – e anche lettori – che non mi conoscono. Al momento l’unica critica è stata sul finale che ho lasciato un po’ aperto, e non a caso. Invece il riscontro più bello riguarda l’immedesimazione: tante ragazze mi hanno scritto di essersi ritrovate in una o più situazioni, problematiche, vicende sentimentali di cui parlo nel libro, oppure in armonia con la scelta di un posto o di una location milanese. E’ proprio ciò che speravo di suscitare con il mio libro.

Il booktrailer del libro dove lo gireresti? A chi affideresti la parte di Michele?
Lo girerei in centro a Milano, magari con dei flash nei miei luoghi del cuore. Sull’interprete di Michi, ho due nomi: Luca Argentero e Patrick Dempsey, il Derek Shepherd di Grey’s Anatomy,

Nel libro tu arrivi a Milano per stare, tua sorella è in transito: oggi secondo te Milano è in grado di attrarre giovani stranieri? Come potrebbe migliorare?  In Italia credo che Milano sia la città più internazionale, in grado di offrire più possibilità ai giovani, italiani e stranieri. Certo, Milano continua a essere considerata una delle capitali della moda, del design e della buona cucina, però credo anche che sia molto indietro rispetto a tante altre metropoli europee, soprattutto a livello burocratico. Ci sono sicuramente dei cambiamenti in atto ma, con i “nostri tempi”, magari potranno usufruirne i figli di quelli che sono ragazzi di oggi.

Il condominio: lì Carlotta sola a Milano trova un microcosmo di rapporti, che forse simulano quelli che ci sono in un piccolo paese o di una grande famiglia. Il condominio, i vicini di casa, il quartiere a volte… possono costituire una sorta di rifugio per chi arriva a Milano da fuori? Forse parlare di grande famiglia è un po’ esagerato, ma di certo hanno rappresentato un approdo sicuro per tutto il periodo in cui ho vissuto da sola a Milano. Per otto anni quel palazzo, quel quartiere sono stati la mia “casa”, e i cinquanta metri quadri del mio appartamento, la mia tana. Ogni volta che passo in zona mi fermo a salutare il portinaio Lucio e i ragazzi della panetteria, vado a prendere un caffè nel bar … Tutti mi accolgono a braccia aperte.

Tre consigli per le Carlotta che arrivano a Milano in questi mesi: tre mosse da fare? Chiedetevi cosa volete da Milano e cercate di capire da Milano se può realmente darvi ciò che desiderate. Non fatevi abbagliare o intimorire dalle apparenze tipicamente milanesi. Statene alla larga, oppure, se ne siete capaci, approfittatene! Milano diventa stressante in misura proporzionale alle opportunità concesse e colte. Quindi consiglio moderazione ed equilibrio, altrimenti potreste uscirne distrutte.

E tre luoghi dove andare per socializzare meglio? Le piccole librerie, bar e locali dove vengono organizzati eventi culturali, parchi o spazi verdi vicini a casa. Sono luoghi dove è facile incontrare e rincontrare spesso le stesse persone con le quali si hanno interessi in comune.

Qual è stato il tuo primo impatto con Milano? Il mio primo impatto con Milano è stato così incredibile. Un giorno di quasi 20 anni a fa, mentre ero in gita con i miei compagni di classe, ho deciso che sarei venuta a vivere qui ancor prima di aver minimamente pensato a cosa avrei voluto fare da grande! Milano è stata un grande amore, con la quale necessariamente ho vissuto alti e bassi.

Rispetto all’idea che ti eri fatta dove ti ha deluso e quando ti ha invece positivamente sorpreso? La città in sé non mi ha mai deluso e nemmeno le persone. Credo di aver attraversato un periodo in cui ero io che mi sentivo fuori posto a Milano e scaricavo su di lei la responsabilità. Ma ora mi sono riappacificata con la mia città, che ogni giorno mi regala nuove soddisfazioni.

Ci aspettiamo il seguito, sempre milanese o stavolta riesci a partire? Certo! Non posso entrare nei dettagli, ma è già in fase di elaborazione! Sarà la prosecuzione di Tutta mia la città, quindi tornerà Milano a fare da sfondo e sarò sempre io la protagonista, una Carlotta che nel frattempo è cresciuta e cambiata, grazie alla quale potrò affrontare altre tematiche rispetto al primo libro, ma che mi stanno altrettanto a cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...