PADRI SEMISERI

coverL’INTERVISTA CON L’AUTORE  E’ bene mettere le mani avanti e avvertire “Non esiste solo la cinghia” in tempi in cui la figura del padre e continuamente chiamata all’appello nell’ambito dell’educazione dei figli. Con ironia ma anche grande realismo, lo ha fatto, con un libro, un duo di uomini, David De Filippi e Stefano Manca, padri, forse, certamente ottimi osservatori degli “altri padri”. In particolare di quelli milanesi, una categoria che merita, a sentire i commenti dei due autori, una appendice tutta per sé. Magari in arrivo.. Già dal libro,pubblicato da De Agostini, si capisce molto, e si ride ancora di più.

Uno stereotipo FALSO sui padri milanesi? “Laurà, laurà e laurà!” Si dice, falsamente, che i padri milanesi pensino solo al lavoro, mentre in realtà molti di loro, quando dicono “Laurà”, si riferiscono a una nota maitresse francese di nome Laura, titolare di una casa di appuntamenti in Centro. E’ lei la causa del loro far tardi sul lavoro, costringendoli a patetiche scuse relative a riunioni interminabili…

Uno stereotipo VERO sui padri milanesi? …che dopo aver pensato a Laurà per tutto il giorno, si fiondano a San Siro per vedere il Milan o l’Inter. Però lì ci portano anche i figli, per cui la consorte può recuperare il terreno perduto.

In cosa possiamo pensare si distinguano da padri di altre terre? Al “papy” milanese piace farsi notare. Ha un’etichetta da rispettare. Soprattutto quella dei capi d’abbigliamento di marca, che ostenta con maestria, sia nei locali di lusso, sia alla spiaggia libera di terza classe. C’è poco da dire: il milanese è “cumenda” nell’animo, indipendentemente dal tipo di lavoro che fa o dal conto in banca. “Uè, cicci: mi a sun de Milàn!”.

Un’abitudine a cui un padre milanese tipo non rinuncerebbe MAI?
Il chiamare i luoghi con un nomignolo, per renderli più confidenziali con gli interlocutori. Quando parla delle proprie vacanze, non dice di essere stato a Santa Margherita Ligure, bensì a “Santa”. E se va in montagna, non va a Curmayeur, ma a “Curma”. Idem se va in Trentino lungo i sentieri della pianura Troiana…!
La domenica con figli tipica del padre milanese? …Una seccatura. Ma come? Io lavoro tutta la settimana per mantenere il loro tenore di vita e le loro continue necessità (calcio, tennis, danza, nuoto, corso d’inglese, corso di pittura, spa, fitness-center, ecc.) e alla domenica devo pure tenerli?

Quali mestieri il padre milanese sogna per i suoi figli? Per i figli maschi, il sogno è di vederli dirigere una “fabbrichetta”, magari mantenendo una donna bellissima, presa in sposa. Per le figlie femmine si sogna di trovare loro, come marito, un dirigente di fabbrichetta, disposto a mantenerle.

Negli ultimi 10 anni come sono cambiati i padri di città? Penso abbiano aumentato la loro dipendenza dall’asfalto. Magari cercano di prenotare la vacanza all’agriturismo, per poi avere attacchi epilettici e convulsioni, quando si accorgono che il luogo di villeggiatura non ha il WI-FI, né la beauty farm. E che il centro commerciale più vicino è a mezz’ora di macchina, tra le colline brulle.
Un aneddoto emblematico per raccontare la categoria dei “padri milanesi”.
Le vacanze sono appena finite, ma bastava guardare il momento del pranzo in spiaggia, per capire l’origine della famiglia che lo stava consumando: i padri del Centro o del Sud che si apprestano a mangiare al mare, tirano fuori la tovaglia e la stendo sul lettino. Poi apparecchiano e iniziano a servire l’antipasto. Quindi, sull’improvvisato tavolo, dispongono il primo, il secondo con contorno, una teglia di alluminio di tiramisù, un termos di caffè e vari cartoni di vino da tavola, contornati da birrette in formato grande. Il papà milanese, tutt’al più, al momento dello “spuntino” tira fuori un pacchetto di crackers e mangia educatamente senza sbriciolare sulla sabbia. Poi va al bar e chiede un caffè al vetro, macchiato freddo, con zucchero di canna, poca schiuma e possibilmente fatto con miscela a tostatura di fresco. Al momento del pagamento, pretende di usare il bancomat, scatenando le facili ire del barista di turno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...