OMAGGIO A PININ CARPI

mauro-e-il-leone“Quando Pinin Carpi raccontava a voce alta le sue storie ai bambini, accadeva sempre una cosa strana e imprevista, come se avvenisse un incantesimo”. E’ il grande Roberto Denti che ricorda così questo “mago cantastorie” e la Libreria dei Ragazzi moltiplica l’incantesimo citato dal suo fondatore riproponendo 4 titoli di Carpi all’avvicinarsi del decimo anniversario della scomparsa, il 31 dicembre del 2004.

Vivi, vivaci e colorati, i suoi libri non solo sopravvivono ma sembrano poter splendere in eterno negli scaffali delle librerie, di quella luce che solo gli autori più bravi sanno accendere combinando fantasia, parole e immagini.
Un esempio per tutti del suo indimenticabile talento è contenuto nel volume “Mauro e il leone” appena uscito per le Edizioni Piemme nella collana !I Classici del Battello a Vapore”. Assieme a “Mauro e il leone sulla cima del mondo” e “Mauro e il leone nel grande mare”, questo libro e aveva esordito tra il 1985 e il 1987 per Mondadori e ora torna in scena con una nuova grafica. sentiero-segreto2L’immagine di copertina, però, è rimasta quella originale per custodire al meglio le storie che Pinin Carpi raccontava ad uno dei suoi 5 figli, facendolo protagonista di avventure immerse in mondi magici popolati di fate, maghi e streghe. Avventure sempre condivise con Ulisse, il fidato amico leone sempre pronto a difenderlo da qualsiasi minaccia.
Risale sempre allo stesso periodo, precisamente al 1984, un altro suo capolavoro che le edizioni Il Castoro regalano ora ripubblicato: “Il sentiero segreto”. Appena la protagonista, spirito libero e un po’ anticonformista imbocca questo misterioso sentiero, il libro si trasforma. Le pagine, due e due, diventano veri affreschi raffiguranti un viaggio straordinario nel mondo della fantasia, attraverso paesaggi ricchi di minuziosi particolari, ognuno spunto di nuove storie.
Non si può ricordare Pinin Carpi senza citare il suo primo romanzo per bambini, “11.cioncionbluCion Cion Blu” (Edizioni Piemme) uscito con Garzanti nel 1968. Agli esordi, l’autore aveva affidato a Iris de Paoli le tavole a corredo della storia con protagonista un contadino cinese che si veste solo di blu e arancione. Ha un gatto blu, un cane arancione e un pesciolino di nome Bluino, un giorno decide di venderlo al mercato e da qui nasce una interminabile serie di incontri e avventure adatte ai bambini dai 6 anni in su.
Un altro tratto che contraddistingue la carriera di Pinin Carpi è la sua attenzione per l’arte e la voglia di raccontarla ai bambini. Una avventura che è durata 20 anni, dal 1973 al 1993, dal titolo “L’arte per i bambini” sempre Edizioni Piemme, costituita da una serie di volumi: Klee, Van Gogh, Rousseau, Matisse, Nolde, Goya, Canaletto, Vermeer. ame_piemme_battello_server_battello_in_corso_piatti_bav_piatti_piccoli_rgbjpg_arte_per_bambini_8924_7e55eac131f869bef9adc3f2814b0a45Ognuno di questi celebri artisti presta le sue opere per illustrare un racconto dell’autore: un metodo oggi forse scontato ma ai tempi innovativo, per avvicinare i bambini all’arte visiva catturandoli con abile fantasia, una strategia che, anche dopo anni e in tempi di tablet, ebook e quant’altro, raramente fallisce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...