SCRITTORI PER RAGAZZI/MATHILDE BONETTI

3522-Bro.inddL’INTERVISTA CON L’AUTORE Chiamarla solo scrittrice non si può, perché lei è ballerina, pattinatrice, amante degli animali, e giornalista e mette tutto quanto nei suoi libri tanto appassionanti che diventano poi un continuum di avventure da 15 volumi. Sì, la prima serie di Mathilde Bonetti, “Tre amiche sul ghiaccio” festeggia ora con la casa editrice Piemme – Il Battello a Vapore, il suo quindicesimo e ultimo volume.

Da quanto scrivi? Scrivo da…. sempre!! Avevo 11 anni quando ho provato con il primo libro, ma c’erano stati altri tentativi prima ancora. Ovviamente era solo la palestra per un sogno, perché ho dovuto aspettare di finire il liceo per vedere pubblicato il primo articolo sul Giornale. Da lì ho cominciato a collaborare con quotidiani e riviste, a tradurre romanzi e poi finalmente a 26 anni, il primo libro!

3521-Bro.inddQual è stata la tua prima serie? Ora a che punto è? E’ “Tre amiche sul ghiaccio”, interamente dedicata al pattinaggio su ghiaccio. Questa serie ha un posto speciale nel mio cuore perché ho conosciuto il mio amore proprio in un palaghiaccio ed è stato lui a ispirarmela. E’ pubblicata da Piemme – il Battello a Vapore, è al 15esimo e ultimo titolo, appena uscito. È stata tradotta in Turchia, in Spagna e adesso in Russia: sono contentissima! Tante fan mi scrivono, anche dall’estero per complimentarsi e chiedere notizie sui personaggi.

Ne sentirai la mancanza, dopo questo ultimo capitolo? Tenere viva una serie per 15 romanzi, con gli stessi personaggi e la stessa ambientazione, non è facile nemmeno per una con la mia fantasia, che trae ispirazione da ogni cosa: da questo punto di vista sono contenta. Ma mi spiace abbandonare le “tre amiche”, perché ognuna di loro rappresenta una parte di me. Però una nuova serie sta per nascere dai miei libri della Gatta Magica, che diventa appunto seriale.

La gatta magica diventerà la serie forte del ‘Battello’ per il 2015. Ci racconti meglio? La Gatta Magica è stato il mio primo titolo del Battello a Vapore, e la protagonista è la mia gatta Fantàsia, che ormai è famosissima. Dopo 9 ristampe e due seguiti “Le nuove avventure della gatta magica” e “La gatta magica è tornata! “ abbiamo deciso di fare una serie vera e propria. Io e Fantàsia non vediamo l’ora!! Sto iniziando il primo dei primi quattro romanzi in uscita proprio in questi giorni.

3394-Bro.inddCome scegli protagonisti delle tue serie? Voglio che i miei personaggi principali siano sempre vividi e reali, i lettore deve potervisi identificare facilmente, ma voglio che siano anche dei modelli, per essere d’ispirazione. Ce n’è bisogno!

E le tematiche? Mi rifaccio alle mie passioni nella vita – gli animali, il ballo, il pattinaggio –perché se scrivi di qualcosa che ti appassiona, è tutto più facile!

C’è una serie a cui sei più “affezionata”? Tutte! Perché in ognuna di essere c’è una parte di me e della mia vita.

Incontri spesso i tuoi lettori: cosa ti sembra li colpisca di più? Secondo me c’è il fatto che quando sanno di dover incontrare l’ “autrice” immaginano una signora attempata, magari con gli occhiali, invece si trovano di fronte me, che comunque ho un modo di fare molto adolescenziale ed entusiasta.

2434-Bro.inddNei tuoi libri ci sono spesso sport, attivitá all’aria aperta e natura: una scelta per lanciare un messaggio ai tuoi giovani lettori? Sì, cerco sempre di esprimere messaggi positivi nei miei romanzi: la realizzazione dei propri sogni, che poi è la chiave della felicità, il rispetto per gli animali e per la natura, la sana competizione sportiva… e l’amore, naturalmente!

Tutte tue passioni, nella vita, no? Esatto. Ho sette gatte birmane. Sono le mie compagne di vita, non riesco a immaginarmi senza di loro. Per me il rapporto con gli animali è importantissimo. Il ballo invece è la mia attività agonistica. Ballo con il mio compagno e ballare è anche un modo per condividere una passione dove entrambi impariamo e ci miglioriamo. Siamo in una classe competitiva internazionale ed è bellissimo. E il pattinaggio… be’, di quello ho parlato: sul ghiaccio ho conosciuto il ragazzo che oggi è il mio ballerino.

Già pubblicati nella serie ‘scrittori per ragazzi’: Roberto Piumini , Emanuela Nava , Antonio Ferrara , Christine Nostlinger , Beatrice Alemagna , Michael Morpurgo , Francois Place , Lia Levi , Giusi Quarenghi , Neil Gaiman , Paola Zannoner , Guido Sgardoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...