IL DELITTO DELL’EXPO

delittoexpo-300x400L’INTERVISTA CON L’AUTORE  Tra passato e futuro prossimo, con un ‘filo nero’ comune: morti, crimini e una sola città, Milano. Paolo Roversi torna con due nuovi romanzi, in uscita a stretto giro. Il primo, un ebook per i ‘i Corsivi’ del Corriere della Sera, già disponibile sulle principale piattaforme, si intitola ‘Il delitto dell’Expo’ e riporta sulle pagine uno dei suoi personaggi più riusciti, il giornalista Enrico Radeschi, nato con l’esordio letterario di Blue Tango nel 2006; l’altro, in uscita il 12 febbraio, si intitola ‘Solo il tempo di morire’ (Marsilio) e trasporta il lettore nella Milano tutta nera degli anni 70-80, nel solco di ‘Milano criminale’, romanzo storico sulla ‘ligera’ milanese tra gli anni Sessanta e Settanta che Roversi ha pubblicato nel 2011 con successo e traduzioni in diversi paesi europei.

Scrittore, organizzatore di eventi letterari, fondatore del magazine on line Milanonera, blogger, incursioni nel mondo della tv, curatore della collana ‘Calibro 9’ di Novecento Editore, a Paolo Roversi non difetta l’intraprendenza e nemmeno ‘la penna’. Scrive agile – come il suo fortunato protagonista corre sul ‘Vespone’ tra un luogo del delitto e un altro -, senza specchiarsi troppo nella pagina, alla maniera di chi del noir ha fatto più di un genere letterario. Romanzo dopo romanzo, è così diventato, lui mantovano d’adozione, uno dei giallisti alla meneghina più apprezzati. Non poteva quindi mancare un libro che chiamasse in causa l’evento milanese per eccellenza, Expo. E a indagare non poteva che essere Radeschi, il protagonista di alcuni tra i libri più fortunati dell’autore.

Radeschi, il tuo uomo, torna ad indagare e non poteva che esserci in mezzo l’Expo. Cosa dobbiamo aspettarci? Sarà un racconto sul genere delitto della stanza chiusa. In uno dei nuovi grattacieli sorti a Milano ci sarà un delitto e il colpevole sarà da ricercare fra i presenti…

 “Come stai” con Radeschi? Come e’ cambiato il tuo rapporto con lui in tanti anni? Ho nostalgia. L’ultimo romanzo con Radeschi è uscito nel 2009. Da allora l’ho frequentato solo di sfuggita, in qualche racconto. Penso sia ora di pensare a un nuovo romanzo con lui protagonista.

 Sembra che Expo interessi molto i ‘giallisti’. Un caso? Non varrebbe la pena che qualcuno ambientasse una storia d’amore tra i padiglioni dell’Expo? Be’ da sempre noi giallisti siamo ispirati dalla cronaca e ancora prima di cominciare si sono versati fiumi d’inchiostro su quanto “crimine” ci sia negli appalti dell’Expo. Quanto alla storia d’amore i
padiglioni della fiera non mi sembrano la cornice adatta per una
vicenda di questo tipo, ma non sono un esperto del genere…

 Da milanese d’adozione cosa ne pensi dell’evento, per chi si occupa di libri e cultura ti sembra possa essere un volano? O ti sembra ancora molto lontano dall’essere davvero un’occasione? Una grande occasione. La città si rifarà il trucco: avremo nuove linee metropolitane, nuove strade e per me che ci vivo sono un bene. Milano sta cambiando rapidamente e a me piace.

 Stai per uscire con un nuovo libro. Cosa ci puoi anticipare? S’intitolerà Solo il tempo di morire e uscirà il 12 febbraio con Marsilio. Sarà una storia di mala meneghina che comprende gli anni dal 1972 al 1984. Un romanzo criminale milanese a tutti gli effetti fatto di bische, rapimenti e cocaina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...