SCHERZI IN PAGINA

1702254Capita di scoprirsi discendente della Compagnia della Celia, e prenderla con ironia. Capita di avere un fratello dispettoso, e pure gemello, o una figlia tremenda e irrequieta. Capita poi, come alla Signorina Si-Salvi-Chi-Può, di nascere noi stessi dispettosi, tanto da far tremare i lupi. Scherzi del destino, si dice, e se ne scrive, soprattutto per ragazzi e proprio per loro la Libreria dei Ragazzi propone consigli di letture pestifere in linea con il più “tremendo” spirito tipicamente carnevalesco. Nulla vieta, poi, di conservare tale goliardia anche in seguito.

A volte serve, come a Pietro Orioli, protagonista 13enne de “La banda degli scherzi”, pubblicato da Rizzoli, scritto da Alberto Arato e Anna Parola. Il giovane fa una semplice visita agli archivi comunali per ricostruire l’albero genealogico: è un compito affibbiatogli a scuola. Una volta scoperto dall’antico diario di un suo antenato, dell’esistenza della Compagnia della Celia, dedita a scherzi 365 giorni all’anno, Pietro decide di riesumare la tradizione assieme ad alcuni amici. Chissà che, sfoderando l’arma dell’ironia, riuscirà a conquistare il cuore della bella Lisa.
Meno nobili gli intenti della “Signorina Si-salvi-chi-può” con cui Philippe Corentin, per Babalibri, rovescia la favola di Cappuccetto Rosso. Per render l’idea di quanto pestifera sia la bambina protagonista basta raccontare che la nonna finirà per consolare il lupo cattivo, vittima della dispettosa nipote.
Scherzi in famiglia, ma tra fratelli, per i due gemelli di Annamaria Piccione, illustrati da Gianluca Panniello e pubblicati da EL Edizioni. Sono “Lindo e Lando“, il primo buono da far invidia agli angeli, il secondo dispettoso da far impazzire anche un angelo. Lando non risparmia neanche l’anziana nonna, vittima dei suoi scherzi come lo è tutta la città, ma il lettore ne può ridere di gusto.
Sempre da EL Edizioni arriva un’altra storia di scherzi in famiglia, ma stavolta si parla di genitori e figli, anzi, figlia, una sola, una vera peste:“La principessa dispettosa” di Nicoletta Costa. Quando si annoia, vizio comune tra le principessine di una certa età, Matilde passa tutto il tempo libero a fare scherzi alla mamma e al papà. È per questo che il re e la regina si mettono a cercarle uno sposo e riescono a “spedirla in viaggio di nozze”. M che triste poi resta il castello… tanto che i sovrani sperano nell’arrivo di nipotini che assomiglino alla loro figlia quanto a vivacità. Ormai, non possono fare a meno di scherzare. Se di questa dipendenza soffrono anche i giovani lettori milanesi, da consultare c’è “Scherza, ridi e gioca” di Emma Edizioni. Si tratta di un volume arricchito da gadget ad hoc per burloni, esperti ma anche di primo pelo. Un palloncino rumoroso, denti finti, una benda insanguinata trafitta da un chiodo e, per chi non si accontenta, anche una scorta di barzellette, buona fino al Carnevale del 2016.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...