LA PUNTA DELL’ICEBERG

MortiLavoro_bookScherza con il fuoco e non solo col fuoco. Scherza con coltelli da cucina e mannaie. Con monumentali lampadari pronti a cadere. Con trattori che tranciano contadini e con auto che investono bici. Ma chi é questo perfido? É uno giovane spregiudicato ingegnere brianzolo che ha scritto un saggio (ironico) sulle morti. E con la bella pretesa di salvarci la vita. La nostra, o, statisticamente, almeno quella di qualche lavoratore che, in giro per il mondo, “corre il rischio”, magari per produrre la pagnotta che stiamo addentando, o per darci l’ormai irrinunciabile internet o, “solo”, per portarci ogni mattina al lavoro col treno.

A dar corda, e carta, a Roberto Canesi, è la casa editrice Imperium che si distingue anche, ma non solo, per una serie di sfiziosi “saggetti” da meno di 100 pagine che valgono la lettura anche se non sul tema per cui si é “invasati”. Oppure su cui si è obbligati a saperne di tutto e di più. Come nel caso, probabile, delle morti sul lavoro.
“Morti sul lavoro – La punta dell’iceberg” parte subito all’attacco, ma con correttezza. Canesi confessa subito di essere un ingegnere, quindi di quelli che “noi se non usiamo i numeri non stiamo tranquilli”. Nel giro di qualche pagina si scopre poi che questo giovane non da così tanti numeri ed é invece dotato di autoironia e di una grande capacitá di divulgazione.
Ecco quindi il suo saggio breve diventare occasione di riflessione e di risate, amare. Mai polemico, l’autore offre una panoramica sul problema suggerendo, armato di simpatia, un approccio cinico e pragmatico. Se inizialmente sembra fatalistico – in qualche modo si dovrà pur morire – il suo si rivela un inno al realismo e al far di tutto per abbassate il rischio. Per far sì che, detto alla Canesi, R=PxG sia il minore possibile. Entrati nella sua stringente logica, poi, ci si sente quasi sollevati. E ci si può godere il finale, con gli esempi dal mondo e le sfiziose curiosità. Una per tutti quella made in USA, il “micromort”. Dicesi micromort una morte ogni milione di volte. Cos’é? Una unità di misura mostruosamente utile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...