CONTROCANTO AGRODOLCE

batta 2 bassaAlla faccia di carnivori, vegani e onnivori, alla faccia degli chef stellati sempre in tv, dei fast food e soprattutto degli spreconi. Claudio Batta torna a teatro con lo spettacolo ‘Agrodolce’. Il 17 e il 18 settembre al teatro della Cooperativa di via Hermada l’attore ci mette la faccia e propone un monologo sui temi Expo scritto con Riccardo Piferi in tempi non sospetti, 5 anni fa, giá consapevole del potere di coinvolgimento a 360 gradi del tema “alimentazione”.
Il tono, neanche a dirlo, è agrodolce, per un’ora e mezza di “pezzi” in cui Batta entra ed esce da ruoli e ambienti dove risuona, col senno di poi, il noto motto “nutrire il pianeta, energia per la vita”. Un contro-canto silente, sottinteso, sussurrato, perché il patrocinio di Expo non è arrivato ma il messaggio di Batta e Piferi coincide, contraddizioni comprese. Eccole infatti rappresentate, a partire dallo spreco di cibo nella spesa che si fa al supermarket al convivere nel mondo di morti di fame e obesi. Dal cuoco sempre in tv, spesso uomo e spesso sovraesposto, alla madre-moglie-lavoratrice che prepara per tutti senza alcuna telecamera puntata e senza fan. Una scena che colpisce, “e piace ai giovani spettatori oltre che ai loro genitori – racconta Batta – è quella del junk food e dei fast food”, mentre “contestata da qualche bigotto” la comparsa di un Gesù a far acquisti tra gli scaffali del supermarket. Sempre in chiave comica, ma di quella tradizione comico-civile che il teatro della Cooperativa predilige, Batta affronta il problema delle frodi e delle contraffazioni alimentari, della moda dei ristoranti etnici e delle diete più varie.
batta 1“Cucinare è anche una mia passione, il mio lato casalingo, ed é un tema trasversale: l’alimentazione tocca tutti – spiega -. Noi italiani poi siamo forse l’unico popolo che riesce a parlare di cibo 24 ore su 24, anche mangiando”. E Batta lo fa a teatro, usandolo come strumento per divertire, sì, ma anche per accendere l’attenzione sullo spreco di cibo e sulla sicurezza alimentare, da un palco con scenografia scarna e con un testo che da 5 anni a questa parte non smette di essere attuale.
Gli altri appuntamenti di Agrodolce sono consultabili sul sito personale dell’attore claudiobatta.it che ha già pronto, per il dopo Expo, un altro spettacolo comico-civile. Niente cucina ma il tema è altrettanto scottante: la famiglia in tutte le sue accezioni, anche quelle che ad alcuni risulteranno indigeste.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...