DONNE E DENARI

downloadL’INTERVISTA CON L’AUTORE  “Non lasciamoci travolgere dalla quotidianità dirompente e dai ritmi che questa città impone. Palestra o shopping con amiche possono farci pensare alle nostre finanze in una prospettiva di vita a lungo termine. Fermiamoci ogni tanto e chiediamoci: come mi vedo tra 5, 10, 20, 30 anni? Fissiamo un appuntamento periodico con un buon consulente finanziario che ci accompagni: da obbligo, nel+ tempo diventerà motivo di grande soddisfazione personale. E ogni tanto partecipiamo ad un incontro su temi ostici come quelli economici. Milano è ricchissima di queste occasioni: impareremo che niente è lontano e che, invece, anche le questioni economiche geograficamente lontanissime, sono accanto a noi nelle scelte di tutti i giorni”. Ecco i consigli che la giornalista economica Debora Rosciani regala alle “Donne di Denari” milanesi, appena pubblicato con De Agostini Editore un libro – “Donne di Denari” appunto – per tutte le donne, milanesi e non. In una intervista spiega perché un libro così è per tutte e tutti.
Perché é importante una “educazione alla finanza” per le donne? Perché pur nei profondi cambiamenti culturali che abbiamo attraversato negli ultimi anni, persistono alcuni retaggi culturali che fanno fatica ad essere abbandonati. Molte donne ancora delegano le scelte di risparmio della famiglia totalmente al compagno: venendo da una tradizione in cui queste scelte venivano compiute dal padre, sembra loro naturale che nella vita sia l’uomo a doversene occupare. Salvo poi accorgersi, quando è troppo tardi, di aver delegato troppo e di aver trascurato la propria persona. Sollevando le più comuni questioni “finanziarie” che le donne possono dover affrontare nella vita, il libro è un invito per loro a riflettere su ciò che stanno trascurando.

A chi si rivolge? Si rivolge a tutte noi: nessuna può avere competenze a 360 gradi, me compresa anche se mi occupo quotidianamente di questi argomenti. Scrivendo il libro, mi sono accorta che di trascurare alcuni obiettivi importanti della mia vita, come ad esempio la prospettiva della vecchiaia.

E gli uomini? E’ un libro certamente anche per loro. Se si occupano di questioni economiche della famiglia in esclusiva, non è detto che lo facciano per egoismo o cattiva fede, ma solo per comodità. Il libro suggerisce loro di guardare alcune questioni con l’occhio femminile e li invita ad una maggiore e necessaria condivisione familiare di queste scelte.

Come hai fatto a rendere accessibili questi temi anche ai non esperti? L’ostacolo più grande è ovviamente il linguaggio e poi la referenzialità. Chi sa di questi temi, un po’ come tra medici, parla in un linguaggio che tende ad escludere chi non ne sa. Io mi sforzo di far capire – in radio come nel libro – che le questioni economiche permeano ogni momento della nostra quotidianità. Con la crisi, ad esempio, concetti come i mutui americani e lo spread, da lontanissimi sono finiti dritti nel nostro portafoglio.

Milano in questo panorama che peculiarità presenta? Milano è probabilmente un osservatorio sul rapporto donna-finanza un po’ imparziale: per antonomasia è la città del lavoro, degli affari. Qui non ci si può permettere di non sapere, di non conoscere le dinamiche economiche che influenzano la vita personale.
La donna che vive a Milano ha opportunità diverse dal resto d’Italia? Probabilmente sì, ma anche tutti i problemi e i limiti del vivere in una città grande e sfidante. È una città che, paradossalmente, offrendo più possibilità, anche solo nella scelta di un consulente o di un esperto, rischia di generare maggior confusione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...