Archivi del mese: febbraio 2016

GRAFIA EDUCATA

51MYj-ciXDL._AC_UL320_SR234,320_Dal giardino d’infanzia, e dei balocchi, ai banchi di scuola, quelli veri dove le matite colorate sono sostituite da penne serie, che scrivono “a,b,c”, senza inciampare sulla soglia. Anzi, attraversandola disinvolti e quasi divertiti, come se una fotocellula percepisse che si è pronti per scrivere e far di conto e facesse aprire le porte, stile supermarket. Così succede con il ‘metodo Venturelli’, che propone a insegnanti, educatori e genitori un percorso didattico per bambini della scuola dell’infanzia dai 3 ai 5 anni basato su una ricerca pedagogica sperimentale. Venerdì 4 marzo alle 17 in via Tadino 53, Alessandra Venturelli e Valentina Valenti ne racconteranno, ospiti della Libreria dei Ragazzi con tanto di esempi video, portando a battesimo tra gli scaffali della storica libreria i volumi “alla conquista della scrittura” editi da Mursia. Continua a leggere

Annunci

MILANESANDO TRA I MISTERI

9788879553384In 27 capitoli raccontare tutti i misteri di Milano non è un impresa da pochi, è una impresa da “pazzi”, pressoché impossibile, ma se a provarci è una persona come Cesare Comoletti può anche succedere che ci si avvicini molto al successo. Ottenendo un ottimo risultato che si intitola “Milanesando”. Il volume, pubblicato la scorsa primavera dalle Edizioni Meravigli, è un continuo passare da esoterismi a misteri, leggende e tradizioni, con il fattore made in Milano fisso a tenere la direzione. Quella di chi ama Milano, quella di Comoletti. Continua a leggere

VINCEREMO DI SICURO

384-8872-6_d5f52561e3675f33764146f008c13d8bVinceremo di sicuro. E si parla di Inter, da interisti. A Milano. Prima di aprire le polemiche e i dibattiti da bar, apriamo gli occhi e le orecchie, ma soprattutto il cuore, alle parole che Michele Brambilla direttamente dagli anni ’70 rivolge ai giovani, in primis, e a chiunque abbia ancora voglia di ottimismo. Palla al centro, la partita del presente può ancora essere giocata e ”Vinceremo di sicuro”: il neo direttore della Gazzetta di Parma lo ha scritto di recente pubblicandolo con le Edizioni Piemme. Continua a leggere

IL NOIR SI FA ‘ROSA’

12243214_10206602927305239_2319027476069234921_nL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Amore senza età, in una Milano invernale, per quattro mani allenate a scrivere noir. Roberto Caputo e Nadia Giorgio dopo il quarto titolo con il commissario Ferrari si sono dati a “Trenta giorni per innamorarsi” (Edizioni De Ferrari) mostrando una città più rosa e meno buia e i due lati dell’amore. Quello di Bob, da 50enne che non sente gli anni, odia il lavoro e frequenta da single, coppie di amici storici, e quello di Chris, giovane irruente, sfacciata, a tratti naif ma forse semplicemente antitesi dell’uomo a cui sconvolge la quotidianità meneghina un po’ grigia. Ecco che i due autori raccontano l’exploit romantico prima del quinto noir, già in caldo, nonostante la stagione. Continua a leggere

LA RIVIERA DI MILANO

la-riviera-di-milanoUn mondo perduto, forse, ma i libri, alcuni libri, servono anche per non lasciare che vadano persi mondo. Sono quei mondi che pur avendo già fatto la loro epoca, restano comunque utili per capire oggi chi siamo e dove stiamo andando. Nel caso de “La riviera di Milano” (edizione Meravigli ), chi sono stati i milanesi e dove sta andando – o potrebbe andare – la città. Scritto dal medico milanese Tito Livraghi, esperto e appassionato di fotografia e di montagna, se non di viaggi, il volume dipinge una città di due secoli fa. Siamo nell’ottobre del 1812 e se oggi si disquisisce di una Milano possibile capitale morale di Italia, a quei tempi lo era ufficialmente, non moralmente, del Regno d’Italia.  Continua a leggere

GIORNALISMO DISINFORMATO

agguato all'incrocioSarebbe necessario oggi, tenere e seguire un corso di giornalismo disinformato? Sibilante, mai esplicita, corre tra le righe del volume firmato da Paolo Nori questa domanda. E lui, pubblicato da Marcos y Marcos, risponde a modo suo, con il suo ineguagliabile e personale stile che punisce ridendo. Punisce? Neanche: basta far notare con leggerezza intelligente. Quella del volare alto, quella che si possono permettere solo i piloti esperti. Paolo Nori con le parole ci sa fare e anche in questo “Manuale pratico di giornalismo disinformato” lo dimostra, entrando con classe in una classe di giornalismo disinformato. Una grande e ingegnosa scusa per dire ancora una volta la sua sulla vita quotidiana dell’Italia del nord tra la sua Parma e la Milano d’altri, ma che conosce bene. Continua a leggere

BIANCA DA MORIRE

downloadL’INTERVISTA CON L’AUTORE Bianca, 16anni, Milano. Vive la sua adolescenza ossessionata da un sogno, fare l’attrice, che, invece che da traino fa da e la trasforma in un mostro, o quasi. Capace di tutto, o quasi. Biancavuole fare l’attrice, intanto è già la protagonista di “Bianca da morire”, il nuovo libro della 37enne milanese Elena Mearini. Una penna che ferisce, la sua, incide l’anima e la città, precisa ed efficace. Colpisce, con un movimento netto e deciso, nei punti deboli della grande metropoli e della vita di chi la abita, per caso o per scelta. La storia di adolescenza, e di famiglia, che Mearini regala, pubblicandola con Cairo Editore, si insinua negli angoli in cui Milano è debole, anche se tanto pubblicizzata come “capitale morale d’Italia” e va a smascherare quello sporco che sfugge anche nelle migliori case delle migliori famiglie milanesi. Al centro del romanzo di Mearini, affianco, sopra e contro la protagonista ci sono un padre ed una madre, un fratello, un amico. E lei, Bianca, li detesta, da morire. Continua a leggere