Archivi del giorno: 17/06/2016

L’ADDIO DI MORESCO

mores

Cupo e a tratti violento, con una scrittura non sempre scorrevole e luoghi difficili da immaginare. Surreali tanto da parere così potenzialmente reali che la mente di un lettore non ha voglia di immaginarseli. Di figurarseli nella mente mentre legge cercando evasione dopo una giornata di traffico e violenza, e invece se li ritrova all’ennesima potenza, senza filtri, nelle pagine di un libro.

Bisogna accettare la sfida di Antonio Moresco, per dire addio ai propri incubi entrandoci con due piedi su due, due occhi su due, puntati sulla pagine pubblicate per Giunti Editori.
Nel suo recente romanzo “L’Addio”, ci sono due città parallele, una dei vivi e una dei morti, c’è un bambino senza capelli che pur non vedendoci, vede troppo bene, troppo per chi è dotato di tutte le diottrie ma non ha pronto il cuore per lasciare che le immagini della realtà lo impressionino.

Continua a leggere