PASSIONE POLITICA ANNI ’90

daria colombo

Facoltà di Lettere, Milano anni ’90, Alberta e Annalisa si incontrano, donne entrambe, entrambe inquiete e coinvolte dal periodo storico che l’Italia sta vivendo, ma ciascuna colta nel passaggio dalla prima alla seconda Repubblica in un periodo della vita diverso. Ciascuna infatti reagisce, e agisce, in modo diverso dando vita ad un romanzo che intreccia due esistenze tracciate con delicato coraggio da Daria Colombo. Per Rizzoli, la giornalista che con la stessa casa editrice aveva debuttato nel 2010 con “Meglio dirselo”, arriva in libreria dopo 5 anni con “Alla nostra età, con la nostra bellezza”, un libro maturo e intriso della sua esperienza di impegno politico, ben filtrata attraverso la storia personale delle due donne, in modo da cogliere i lettori mai di petto ma umanamente. Quasi dall’interno, come fosse un’amica, a dedicarsi al futuro dell’Italia, o una sorella.


E’ infatti così che, leggendo Colombo, si percepiscono le sue due protagoniste, ritratte anche nei momenti intimi, e non solo quando, a volte con una maschera, altre in preda alla passione civile, appaiono più dure e forti di quanto non lo siano. 

Alberta è la giovane, la sua freschezza nel vivere gli anni ’90 milanesi e italiani vacilla tra l’arroganza e il coraggio, in parte. A chi sa già cosa sarà negli anni 2000, fa tenerezza il suo credere che si possa cambiare il mondo e crea amarezza. Diversa ma altrettanto ben ritratta nelle sue mille e più sfumature, è la figura di Annalisa. Rassegnata più della amica, timida di indole, a prescindere, ha anche un matrimonio da tenere in piedi, oltre al destino del proprio paese. Un matrimonio che è un peso, nel suo caso, se non una catena che la lega alla monotonia che non aveva scelto dicendo “si”.

Un passo con Alberta, un altro con Annalisa, a braccetto con Daria Colombo, si percorre agilmente il lungo decennio italiano se non fosse per il revival di occasioni perse e di lotte inascoltate che lo cospargono. Ma non è “colpa” dell’autrice che invece sa bene come trasmettere le emozioni provocate dalle trasformazioni avvenute.

Non è un romanzo triste né amaro, non un libro di rimpianti o rimproveri, ma un inno autentico e senza inutili toni rosa, con due protagoniste femminili ammirabili nel loro essere imperfette ma sempre pronte a mettersi in gioco pur di non lasciare totalmente in mano ad altri decisioni che seppur “grosse” riguardano anche il loro futuro. E il loro presente. Un coraggio e una tenacia non comuni, né ieri, né oggi. Non solo a Milano, ma anche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...