Archivi del mese: ottobre 2016

LEGGENDE LUNGO IL NAVIGLIO DELLA MARTESANA

maresanaChi le leggende le tramanda di generazione in generazione, trattanendole tra le mura di casa, anche se magari umide e un po’ scrostate dal tempo. Chi invece le condivide scrivendole e rendendole un’ottima occasione per valorizzare il territorio in cui vive.

Un territorio che non è solo terra ma anche cultura, società, persone, storia. E non è un caso che sia proprio uno storico a riportare alla luce un’antica leggenda: Giorgio Perego. Assieme alla figlia Serena, Perego, anche poeta e narratore, dopo aver dedicato già una quindicina di pubblicazioni a Cernusco e ad altri paesi della Martesana, torna a narrare con un tono magico ma sempre ben ancorato alle proprie radici. Continua a leggere

Annunci

IL FARO DI VIRGINIA, A MONZA

faro-in-stanzaFari accesi su Monza, per “Il faro in una stanza – Per conoscere Virginia Woolf” il festival che si propone di riproporre questa autrice ad alcuni indigesta, in modo smart senza intaccare la sua bravura. Senza semplificare quella sua complessitá di scrittura e di animo che la rende unica e illuminante, come un faro, appunto.

Organizzato dalla libraia e divoratrice di libri mai banali Raffaella Musicò, con Elisa Bolchi e Liliana Rampello, il festival avrá luogo dal 25 al 27 novembre, a Monza perché é in una delle vie piú cool di questa città che si trova la libreria indipendente di Musicò, guarda caso battezzata “Virginia e Co.”

Il faro letterario apre le sue porte il 25 novembre sera e fino al 27 mattina ospita esperti e studiosi, ma anche appassionati lettori che nella vita si occupano di tuttaltro, accomunati dall’amore per questa autrice cosí meravigliosamente tormentata. Continua a leggere

LA MILANO DI PAOLO VALERA

paolo-valera-milieu-coverQuando, da giornalista, si è ritenuti anche agitatori culturali, non si viene dimenticati neanche dopo quasi un secolo. Infatti Paolo Valera, nel 90esimo anniversario della sua morte, si vede pubblicare un testo a lui dedicato.

E’ Milieu Edizioni a pensarci, con un volume diviso in due parti, molto godibile e moderno, ricco di immagino che da sole varrebbero una pubblicazione per l’intelligenza con cui gli scatti raccontano la città.

A cura di Nicola Erba e Massimo Berni, questo titolo è una vera perla del catalogo, racchiude voci e testimonianze che per chi ama Milano, da lontano o da vicino, è da non perdere. In verità già solo l’idea di poter conoscere o riprendere la figura di Valera è un valido motivo per leggerlo. Continua a leggere

UN’ALTRA AMERICA, UN’ALTRA ITALIA

unaltramerica-cover“Lassa pur ch’el mond el disa | ma Milan l’è un gran Milan”: a contraddire questo noto verso di Giovanni D’Anzi è arrivato Alberto Giuffré che, raccontando di tutt’altra terra, mostra come Milano non è così unica come molti suoi abitanti ed estimatori ritengono. In “Un’altra America”, pubblicato da Marsilio, l’autore descrive una Milano completamente diversa e da scoprire, diversa innanzitutto perché si trova negli Stati Uniti d’America, in Ohio, ma anche per molte altre ragioni. L’obiettivo di Giuffrè non era solo il capoluogo lombardo, perché, viaggiando nel continente, ha fatto tappa anche in altre città omonime di altrettanto celebri città italiane, a partire dalla capitale, Rome, ritrovandola in Georgia, e poi Venice, in California, una Pàlermo al nord, in North Dakota, infatti, senza tralasciare le gemelle oltreoceano di Florence, in Alabama, di Genòa, in Nevada, di Naples, in Florida, e perfino di Verona in New Jersey. Continua a leggere

L’AMORE (NON) E’ ETERNO

amore-eternoL’amore eterno finché non risponde“, é vero a Milano e anche Napoli, Ester Viola, nata nella seconda città ma residente nella prima, lo racconta in un romanzo che non smette di essere attuale. Anche forse più di quanto si desidererebbe.
Banalmente lo si potrebbe sottotitolare anche “amore al tempo dei social network” se nel libro di Viola non ci fosse molto di più e di diverso.

Certo che ci sono i social network, whatsapp e tutti o quasi i nuovi canali di comunicazione e di non comunicazione, ma al centro restano le persone. La protagonsita, Olivia, campionessa di abbandoni, subiti, ma con lei un paio di generazioni colta alla perfezione dalla arguta penna dell’autrice.

Viola non si è messa in testa di scrivere un trattato di sociologia o psicologia, non pretende che la sua storia sia rappresentativa in modo univoco delle modalità di relazione dei 30-40 enni di questi anni.

Continua a leggere

UNA MILANESE CHE GIOCA COL SUSHI

sushigameSushi al centro di un libro di una milanese che lo adora ma non solo, adora il Giappone e tutto ciò che da lì proviene, o quasi, tanto da trascorrerci molti mesi dell’anno e da infarcire questo volume di arte, cultura, storia e storie nipponiche al 100%.
Pubblicato da Terre di Mezzo Editore,”The Sushi Game” è illustrato dal bravo Alessandro Mininno che con i suoi tratti accompagna le parola di Francesca Scotti, l’autrice, regalandoci una “guida banzai alla cucina giapponese”. Cioè? Ce lo racconta Francesca.

Perché un libro sul sushi, o meglio, perché hai atteso tanto a farlo, visto il tuo legame con il Paese?
In realtà questo è un libro non solo “sul sushi” nel senso che ho cercato di mescolare ingredienti meno noti della tavola giapponese, un po’ di storia sociale del cibo nipponico, riferimenti pop. Ad esempio quelli che appaiono alla voce “avvistamenti”, ovvero apparizioni dei piatti giapponesi in manga, anime, film…. Per fare questo, oltre a un iniziale innamoramento per la cucina del mio paese di adozione/elezione ci è voluto tempo. Tempo per conoscere ma anche tempo per poter essere sufficientemente irriverente nei confronti dell’oggetto del mio amore culinario!

Continua a leggere

STORIA DI UNA MORTE INSOLITA

 

codeca-brentariCinque personaggi alle prese con un cold case, ma prima ancora due autori alle riscoperta di un Novecento da raccontare in chiave diversa, in chiave noir, perché torni ad appassionare mantenendo la propria dignità e allo stesso tempo non rischiando di annoiare. Loro sono il 29enne Ivan Brentari, di cui già ho presentato “Giuseppe Sacchi. Dalle lotte operaie allo Statuto dei Lavoratori” (Unicopli)  e il saggista e storico over 60 Aldo Giannuli. Assieme per Sperling & Kupfer hanno pubblicato “L’insolita morte di Erio Codecà”, scrivendolo a quattro mani tra divertimento, ricerca e rielaborazione. Brentari ci racconta la sua esperienza e il libro, senza nulla svelare né sull’insolita morte né sull’ancor più insolito modo di indagarvi.

Come è nata l’idea del libro?
Aldo Giannuli mi ha chiesto di collaborare per dar vita a una sua vecchia idea, che non era ancora riuscito a realizzare: parlare di Storia attraverso un romanzo giallo. Usare delle “lenti noir”, quindi, per guardare al Novecento e vederlo sotto un’angolazione diversa.

Continua a leggere