OGGI E IERI, TENERI E VIOLENTI

teneri e violenti.JPGSaltellando tra anni Settanta Ottanta e anni 2016, Ivan Carozzi ha creato una esilarante e violenta descrizione di una Milano, solitamente difficile da catturare in un libro. “Teneri violenti” ci riesce bene, forse perché non pretende di spiegare ma racconta.

Racconta di un trentenne milanese che si innamora delle storie più strambe mentre, da redattore di una trasmissione in TV, si trova a scartabellare negli archivi delle notizie risalenti agli anni della sua nascita, e perfino a quelli precendenti. Ne viene quasi risucchiato, ma non resta vittima di uno sentimento malinconico, e neppure si trasforma in un amante del vintage.

Sono le storie, che catturano la sua attenzione e, a leggerle nel romanzo di Carozzi, ben se ne comprende il motivo. Sono strambe ma terribilmente vere e quotidiane, hanno come protagonisti le persone che, trenta anni fa come oggi, vivono, solcano le vie di Milano e il calendario, tirando avanti. E trainando avanti la metropoli. Bambini, bidelli, passanti, operai, casalinghe: le notizie che riempiono su un giornale i trafiletti, conquistano il protagonista e poi diventano la sua ossessione, quasi.

A tenerlo ancorato al presente ci sono i messaggi whatsapp e le serate al computer masticando distrattamente una pizza, le metamorfosi della Milano post Expo e le notizie dell’anno 2016. Le due dimensioni temporali sgomitano nelle pagine di un diario intimo e allo stesso tempo collettivo che pur essendo ambientato a Milano, riesce a dare voce ai “teneri violenti” di tutto il Paese.

Tra le righe di Carozzi si intuisce che tutte le vite, banali o epiche, strambe o romantiche, meriterebbero un titolo, un nostro sguardo, una voce che le sa raccontare con l’efficacia che rende questo autore originale e da non perdere d’occhio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...