SERVIZI SEGRETI E INDAGINI DI COPPIA

laltra faccia di milanoChi non ama i libri che intrecciano due trame diverse, in due luoghi diversi, con estratti di testo riportati in grafia di versa, si deve ricredere, di fronte a L’altra faccia di Milano”. Ben congegnato e abilmente scritto, il nuovo romanzo di Adele Marini conquista anche i più scettici, anche quelli che “Oh, no, l’ennesimo libro di indagini ambientato a Milano”.

Innanzitutto non si resta in città ma si raggiunge Lugano e perfino la Sardegna, e le indagini sono tutt’altro che banali anche se lo sembrano, nelle prime pagine, in modo da stanare i saccenti e poi smentirli con colpi di scena che li accompagnano fino al finale senza lasciarli sviluppare altre ipotesi da chi ha già capito tutto.

Il cadavere che dà il via alle indagini è quello di un ragazzino, viene trovato a Milano e “affidato” al commissario Vincenzo Marino. Un brutto omicidio ma non così poi tanto complicato da risolvere, sembrerebbe, se non fosse che Marino, assieme alla sua collega Sandra Leoni, si devono recare a Lugano per ricevere una notizia “bomba”. Una eredità assolutamente inattesa e che li porta in Sardegna, dando inizio alla seconda trama che Marini inizia ad alternare con la prima, meneghina.

Se sull’isola i due colleghi si trovano alle prese con il diario del colonnello Glauco Sereni, un ex carabiniere, con cui avevano condiviso varie indagini ma mai molti momenti di confidenza, a Milano il caso del ragazzino ucciso che hanno dovuto lasciare in città, si fa sempre più complicato.

E’ l’occasione per l’abile autrice, di raccontare “L’altra faccia di Milano” come già si è dimostrata abile a fare nei suoi precedenti titoli tra cui “Milano solo andata” e “Naviglio blues”.

Mentre i lettori si destreggiano tra l’una e l’altra storia misteriosa, Marino e Leoni giocano sul filo che separa l’amicizia e l’attrazione fisica, regalando momenti di distrazione dalle indagini, ben graditi sia a chi legge sia chi li “vive” tra le pagine.

di Marta Abbà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...