LA VERITA’, DA UOMO A DONNE

SCUSA SEC’è chi lo ha letto e si è offeso, chi lo ha invece regalato a tutte le donne della famiglia. Chi lo vuole tradurre e proporre al mercato estero e chi al solo sentire pronunciare il titolo, Scusa se ti chiamo stronzo“, si sente venire l’orticaria. Mirko Spelta ha scritto un libro che non passa inosservato, entra nel merito dei rapporti tra uomo e donna e lo fa con ironia e realismo, con leggerezza, da un lato, e dall’altro “andando giù pesante” come direbbero certi suoi protagonisti. Pubblicato da Piemme Edizioni, il libro è in vendita anche su Amazon e il suo autore spiega cosa c’è dietro e dentro.

Da quanto e perché ti sei focalizzato sul tema dei rapporti uomo/donna?

Credo che la chiave per vivere felici insieme sia capirsi e questo è un momento invece di grande conflittualità tra i sessi. Io sono sempre stato convinto che si possa davvero invertire la rotta ed essere gentili con il prossimo, comprensivi, sorridenti, insomma tirare fuori da noi la parte più buona e non sempre quella rancorosa, astiosa, aggressiva che troppo spesso è pronta sotto la superficie ed emerge immediatamente non solo nelle relazioni sociali ma anche nelle relazioni di coppia. Non passa giorno in cui per recuperare un po’ di click o di audience si mette in scena la parte peggiore dell’animo umano, per creare quel effetto shock che raccoglie facile attenzione. Io mi rifiuto di far parte del gioco.

Quando hai deciso di scrivere un libro e in quanto tempo lo hai scritto?

Il libro nasce da osservazioni sociali e relazionali che mi porto dietro da molti anni, e sulle quali ho avuto modo di riflettere; esperienze che più o meno sono capitate a tutti, direi quotidiane, dalle quali ho tratto “le somme”diciamo così.

Hai scelto tu il titolo? Stronzo in copertina è una provocazione, un avvertimento, una operazione di marketing ?

Il titolo lo ha scelto l’Editore, ma c’è stato un bel lavoro dietro. Il libro non parla solo di uomini stronzi, ma cerca di suggerire al mondo femminile come sono fatti gli uomini da dentro, cosa pensano e come vivono davvero di diversi momenti della vita di coppia. Una specie di “guida” semiseria del cervello maschile. Perché conoscere “il nemico” è già mezza vittoria.

Qual è secondo te il capitolo più scomodo?

Il libro è giocato molto sulle corde dell’ironia, dell’autoironia e del sorriso. Molti comportamenti sia maschili che femminili vengono un po’ stigmatizzati per far capire il concetto sottostante, e ovviamente in alcuni casi è stato giocoforza ricorrere a qualche luogo comune. In maniera leggera, però, ci sono davvero dei suggerimenti che ritengo possano essere funzionali alla felicità di coppia.

Dimmi 3 aspetti che tratti del tuo libro che reputi essere tipicamente italiani e che non riscontri in altri paesi?

Non ho mai pensato a differenze da questo punto di vista, anche perché è un libro che ben si adatta trasversalmente a uomini e donne di qualsiasi nazionalità, tanto che ci sono interessamenti da parte di editori di altri paesi per acquistarne i diritti e tradurlo.

Se atterrasse una donna marziana qui a Milano e avesse voglia di trovare un compagno per la vita che consigli le daresti: dimmene 3!

Mai tirarsela.
L’amore è basato sul dare, non sul ricevere. Una relazione fatta di “io” voglio, “io” penso”, “io” “io” “io” non va da nessuna parte.
La vita è una sola, buttatevi, senza paura. Vivete, vivete, vivete. Buttatevi. Senza Paura. Poi si vedrà.

Hai mai pensato di trasformare il tuo libro in strisce a fumetti o accompagnarlo arricchirlo con vignette?

No, per la verità no, ma stiamo lavorando ad un adattamento teatrale, e non solo. Vedremo.

Il complimento più gradito la critica più azzeccata e il commento più inaspettato che hai ricevuto per questo libro finora.

Ho ricevuto qualche migliaio di commenti da donne di tutta Italia, e non solo si sono divertite, hanno riso, hanno pianto ma soprattutto mi hanno detto che ho scritto cose vere. Una donna mi ha scritto che da quando ha letto il libro guarda il marito con occhi diversi, un’altra che lo tiene sempre sul comodino, così quando non capisce il marito va a rileggerselo. Un signore ha comprato dieci copie e le ha regalate a tutte le donne della sua famiglia, per fare capire loro come siamo fatti davvero.

di Marta Abbà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...