Archivi categoria: Cinema

LO SCRITTORE ALLA PROVA TV

1237879_10151839143789570_204381089_nL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Paolo Roversi, scrittore di gialli e noir originario di Suzzara (Mantova) e milanese d’adozione, lascia (temporaneamente) la pagina scritta per un’avventura sul piccolo schermo. A tentare di ‘bucare’ l’audience sarà il cortometraggio ‘L’ira funesta’, ispirato al suo ultimo romanzo pubblicato nel gennaio scorso da Rizzoli. Anticipato da un video promo da alcuni giorni in rete e in tv, il ‘corto’ sarà trasmesso su Premium Crime (uno dei canali del pacchetto Mediaset premium) e racconterà la storia del ‘Gaggina’ e degli altri personaggi del libro, un giallo scritto con ironia e leggerezza che è anche e soprattutto racconto di una terra, la ‘bassa’ mantovana, dei suoi personaggi e delle sue idiosincrasie. La messa in onda è in programma il prossimo 6 ottobre alle 22 (previste 4 ‘repliche’ nei giorni successivi) e sarà anticipata da un’intervista all’autore che oltre a scrivere è fondatore del progetto editoriale sul web ‘Milanonera’ ed esperto – per formazione – di tecnologie. Continua a leggere

25 APRILE/PARTIGIANA LIA, UN FILM SUL WEB

lia3Il coraggio della partigiana Lia è arrivato fino in Toscana, e appena sentita la sua storia il regista Pantaleone A. Megna non ha potuto non raccontarla dedicandole un cortometraggio con cui tutti possono celebrare il centenario della nascita (era nata il 4 aprile 1913) e la Festa della Liberazione. Il corto “25” dura 15 minuti, è visibile on line sul sito www.venticinque.it ed è frutto della curiosità del regista e della dovizia di particolari con cui lo scrittore Gianmario Molteni lo ha introdotto alla ricca tradizione partigiana di Milano, capitale della Resistenza non per nulla. Continua a leggere

LA BRIANZA IN 4 CORTI

Set Napoleone è pazzo_foto di M.FedelinoUn imprenditore brianzolo innamorato dell’arte, un ex attore di B-movies che torna a recitare nelle ore di aria del carcere e il conte Stefano Porro con i suoi sporchi intrighi nascosti “sotto” un affresco: tre protagonisti “sperimentali” per tre dei quattro cortometraggi realizzati dagli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia per raccontare la provincia di Monza e Brianza. E se le prime pellicole guardano al passato, remoto o prossimo, la quarta si proietta nel futuro: “Start up!” Infatti racconta l’impegno del Distretto Culturale Evoluto di Monza e Brianza a sostegno delle nuove realtà imprenditoriali e lo fa con ottimismo, chiamando sul set i comici del duo “Pali e Dispari” Angelo Pisani e Marco Silvestri, Rita Pelusio, Katia Follesa, Rafael Didoni, Angelo Ciccognani e Andrea Meroni. Continua a leggere

CINEMA DAL CARCERE

CARCERI, SAPPE: "IN LOMBARDIA DETENUTI QUASI IL DOPPIO DEI POSTI" - FOTO 2“Reality” e “Cesare deve morire” lo raccontano con attori detenuti, il carcere, ma tante delle altre opere della rassegna “Effetti personali” sono state realizzate proprio interamente all’interno delle case di reclusione: tutte verranno proiettate dal 5 al 14 aprile allo Spazio MIC (viale Fulvio Testi 121) per questa iniziativa cinematografica dedicata alla difficile situazione del carcere e dell’esperienza della detenzione. Con il patrocinio del Dipartimento dei sistemi giuridici dell’Università di Milano-Bicocca, saranno proiettati anche alcuni medio metraggi scritti e diretti dai detenuti del carcere di San Vittore, tra cui “Il grande fardello”, per molti anni invisibile a causa di una censura del Ministero dell’Interno. Continua a leggere

IL GIRO DEL MONDO DELL’ULTIMO PASTORE

CINEMA, DA TOKYO AL 'SUNDANCE': L'ULTIMO PASTORE DI MILANO È UN SUCCESSO-FOTO 6Portare le pecore al Duomo, un sogno avveratosi sotto l’occhio delle telecamere, e che da Milano sta conquistando tutto il mondo, festival dopo festival, “perché ovunque si assiste ad una forte accelerazione del progresso che avanza minacciando di cancellare abitudini, presenze e tradizioni”. Ecco spiegato, dal regista Marco Bonfanti, il successo che sta riscuotendo “L’Ultimo Pastore”, il film – nelle sale milanesi da fine gennaio – su Renato Zucchelli, ultimo pastore nomade rimasto in città, in una “batida” di periferia, con il sogno di portare il suo gregge nel centro inaccessibile e incontrare i bambini di oggi che non lo hanno mai visto. Continua a leggere