Archivi categoria: Libreria dei ragazzi

PAGINE D’ACQUA

downloadAcqua dolce, acqua buia, acqua che scorre, e che prende vita, ma l’acqua è vita, e porta vitalità anche nei libri di cui è protagonista. La Libreria dei Ragazzi di via Tadino ci regala 4 esempi di come questo elemento non solo è essenziale per il mondo umano ma anche per quello letterario. Dai tempi antichi, fino ad oggi, nella pianura padana, ma non solo, essenziale è lo scorrere del Po, il “Fiume lento” che per Rizzoli Alessandro Sanna racconta in silenzio. Il suo è un percorso espressivo giocoso ed emozionante, i suoi acquerelli si insinuano in noi proprio come, delicato e deciso, il fiume segna il territorio. Lo fa da secoli, geograficamente e storicamente, lascia il segno nelle tradizioni e nelle vite di chi ci vive attorno. Sanna lo racconta con i “suoi segni”, pochi e leggeri, e per questo magici, intrisi di poesia e capaci di svelare un mondo, quello attorno al Po e attorno al lettore. Gli acquerelli narranti di Sanna mettono in luce uno dei tanti modi in cui l’acqua ci segna. Continua a leggere

Annunci

MUSICA MAESTRO

bach1Passione e fuga. Appassionante fuga, passione sfuggente, o nata per fuggire: è la musica, ed è travolgente. Anche la letteratura per l’infanzia, non resiste al suo richiamo e si lascia da anni piacevolmente contagiare dal suo ritmo. Che sia rock, anni ’70, o il fluido susseguirsi di suoni creati da un grande maestro di musica classica. La Libreria dei Ragazzi spazia in tutta la gamma di note possibili, senza note a piè pagina, ma con agili e vivaci storie, ottima colonna sonora, magari anche ispirante.  Continua a leggere

DISEGNARE È IMPARARE

img1930-gBasta parole, fatti! E colori. In tempi di promesse, non mantenute, anche se messe nero su bianco, la Libreria dei Ragazzi propone di colorarlo, questo “nero su bianco”, in silenzio: nessuna parola, solo tinte. E atti concreti come quello di trasformare righe scarne in figure piene, vive e che alzano l’autostima facendoci sentire “creatori”. O, per lo meno, più rilassati. Adesso la chiamano “Art Therapy” ma è semplicemente “il colorare stando nei contorni” che per generazioni e generazioni, almeno fino ad un decennio fa, è stata attività pomeridiana di molti adulti di oggi, poi sostituita da attività apparentemente più formanti, performanti, divertenti. Continua a leggere

GENERAZIONE SOCIAL

coverVacanze noiose? Menomale che ci sono internet e smartphone. Famiglia d’origine cercasi? Menomale che c’è il computer. Vendesi Mamma: perchè non on line? E la tecnologia e i social network sembrano la risposta anche nelle amicizie difficili di chi è un po’ emarginato. Sembrano, ma lo sono? La Libreria dei Ragazzi risponde con 4 titoli, cartacei e da sfogliare, a partire da quello che ha tutto l’aspetto di essere un diario, vecchia maniera. Continua a leggere

LEGGERE PER GLI ALTRI

Schermata del 2015-03-06 10:43:34L’INTERVISTA CON L’AUTORE  Voce, gesti e corpo: leggere un atto semplice ma farlo ad alta voce non è solo emettere un suono. Sopratutto se c’è un giovane futuro lettore che ci ascolta. Che pende dalle nostre labbra, così si dice, anche se in verità pende da tutto il nostro “io”, perché tutto è coinvolto nell’atto di leggere ad alta voce. A raccontare come farlo al meglio, è la milanese Emanuela Nava, scrittrice ma anche autrice di testi per programmi TV come l’Albero Azzurro. Ciclicamente, e a grande richiesta, in prima persona, in via Tadino, alla Libreria dei Ragazzi tiene corsi di lettura espressiva ad alta voce, per adulti. E per i bambini che avranno poi il piacere di ascoltarli. Continua a leggere

LETTURA, RAGAZZI E FOTOGRAFIA

contentSe “sguardo”, “immagine” e “osservare” sono i ‘tag’ comuni al leggere e al fotografare, nulla vieta di utilizzare insieme il libro e la macchina fotografica per riempire il mondo di storie e ampliare l’immaginario narrativo. Chi la pensa così è il bibliotecario di Rozzano, Giuseppe Bartorilla, che per introdurre il corso di fotografia e lettura che terrà alla Libreria dei Ragazzi dal 21 marzo cita “La Storia Infinita”. Continua a leggere

SCHERZI IN PAGINA

1702254Capita di scoprirsi discendente della Compagnia della Celia, e prenderla con ironia. Capita di avere un fratello dispettoso, e pure gemello, o una figlia tremenda e irrequieta. Capita poi, come alla Signorina Si-Salvi-Chi-Può, di nascere noi stessi dispettosi, tanto da far tremare i lupi. Scherzi del destino, si dice, e se ne scrive, soprattutto per ragazzi e proprio per loro la Libreria dei Ragazzi propone consigli di letture pestifere in linea con il più “tremendo” spirito tipicamente carnevalesco. Nulla vieta, poi, di conservare tale goliardia anche in seguito. Continua a leggere

LA FATICA FELICE

9788807090530_quarta.jpg.448x698_q100_upscaleL’INTERVISTA CON L’AUTORE   Il libro ha preso corpo partendo dalla convinzione che le cose di ogni giorno raccontino una storia, possiedano un loro peculiare linguaggio. Un pediatra, Paolo Sarti, e una psicoterapeuta infantile appassionata di letteratura per l’infanzia, Manuela Trinci, hanno incrociato le loro esperienze tessendo insieme una molteplicità di soggetti, di voci, di sguardi, di congetture e digressioni sul “pianeta bambino”. Ne è nato, pubblicato da Feltrinelli, “La giusta fatica di crescere”. Giovedì 29 gennaio, alle 17.30, alla Libreria dei Ragazzi (Via Tadino 53), sfogliandone le pagine assieme a giornalisti, esperti ed interessati, loro due in persona dimostreranno come “indipendenza, inciampi e fantasia siano i migliori alleati per diventare grandi”. Continua a leggere