Archivi categoria: Recensioni

ATTO D’AMORE DAL CANADA

un complicato atto d'amore 1La milanese Marcos y Marcos porta ancora una volta in Italia Miriam Toews, l’autrice canadese che stavolta conquista più che mai i lettori con “Un complicato atto d’amore”. Complicato, inteso con accezione totalmente positiva, complicato perché profondo, vero, difficile e definitivo. Complicato perché decisivo.

E poi, con Toews, c’è anche il contesto che molto semplice non è mai, lo sa bene chi ha letto già altri suoi romanzi, tutti legati alla comunità mennonita quindi incatenati a certe tradizioni e regole. Molte sono quelle che riguardano i giovani, molte sono quelle non rispettate dai giovani, Nomi, la protagonista, è in prima fila. Continua a leggere

HOTEL FLORA, PER VIVERE MILANO

hotel floraCinque storie, ma potrebbero essercene mille altre, ascoltato o immaginate e non ancora raccontate nella testa di Gianluca Veltri.

Morellini editore ne racchiude questo numero nel volume intitolato Hotel Flora regalando agli amanti della vita quotidiana una preziosa lettura, scorrevole e allo stesso tempo densa di persone e di episodi.

L’autore ha una preziosa fonte di ispirazione che, leggendo i suoi racconti, forse molti altri colleghi senza doppia professione, gli invidieranno. E’ parrucchiere e ha un salone per uomini e donne a Milano, si chiama Anadema ed è la sua finestra sul mondo. Lo si nota subito da come posa lo sguardo, armato di penna, sulle esistenze altrui, con delicatezza e realismo. I personaggi sono vividi e vivi, non ci sono macchiette nei racconti e nemmeno luoghi comuni sulla città che Veltri ben conosce, c’è un flusso di vita in cui non esistono barriere tra normale e “strano”, tra buoni e cattivi. Continua a leggere

UN ALBERO AL CONTRARIO, UNA VITA AL CENTRO

UN ALBERO AL CONTRARIO 1Anche senza radici, si cresce. Anche senza una propria casa, si trova, a volte, qualcosa che faccia da casa e che accolga. Quello di Elisa Luvara è un romanzo delicato e forte, si intitola “Un albero al contrario” e riporta tutti alle paure di quando si è bambini, mettendo in luce come molte, mimetizzate, sono presenti anche negli adulti.

Il disagio dell’essere in un posto nuovo, la paura di non saper creare legami, l’ansia di non essere accettata. E, ancora prima, il disorientamento nel non sapere da dove si viene, quindi a volte, nemmeno molto bene dove si va.

Pubblicato da Rizzoli, il libro di Luvara racconta di una undicenne che, dopo un vagare continuo e contorto tra istituti e case, arriva nella comunità in cui, seppure senza radici, inizia a sbocciare. Continua a leggere

VALERIO VARESI E LA LEGGE DEL CORANO

commissario soneri.JPGA morire è Hamed, un giovane tunisino che viveva nella casa di Gilberto Forlai, un cieco settantaseienne. Ad indagare sull’episodio è il commissario Soneri di cui, a chi conosce Valerio Varesi, è nota la passione per la buona cucina, l’intuitività e l’esperienza. Ci sono tutti gli indizi per aspettarsi un bel libro di indagini nella bella Parma da godersi in pieno relax, immaginando di dare una mano nella risoluzione del caso ai personaggi, capitolo dopo capitolo, mormorando tra sé e sé ciò che si può man mano svelare.

Il commissario Soneri e la legge del Corano, invece, non è questo tipo di libro.

Pubblicato da Sperling & Kupfer nella collana Frassinelli Paperback, il nuovo romanzo di Valeri prende di petto temi che dividono, animano e pongono domande ad un lettore anche distratto. Figuriamoci per quelli attenti che di solito si appassionano alle storie di questo autore. Questioni etniche, proposte con originalità ma anche con realismo, fondamentalismo religioso, razzismo, qualunquismo, gente che parla prima di pensare, gente che giudica prima di parlare con l’interessato. Continua a leggere

IL CONFINE, DI GIULIA. E DI IGNAZIO

confine di giulia.JPGCosa spinge un dirigente di una grande azienda italiana di servizi, abituato ad occuparsi tutti i giorni, a volte week end compreso, di sviluppo e marketing, ad avvicinarsi e a tracciare “Il confine di Giulia” ? 

Pubblicato per Nutrimenti, questo è il primo romanzo di Giuliano Gallini, ed è un tuffo nel passato e nella letteratura, nella storia di Italia e di Europa, fatto con l’agilità di chi sa vedere il passato come un trampolino per il futuro. Uno spunto anche per il presente.

Con naturalezza, il lettore si trova a respirare la fredda aria che tirava a Zurigo nel gennaio 1931, spiando la giovane poetessa Giulia Bassani, in esilio e incinta. E in cura da Carl Gustav Jung proprio come Ignazio Silone. Nome noto a molti, per quanto riportano su di lui i libri di testo delle scuole superiori ma che nelle righe di Gallini diventa – finalmente – un essere umano. Continua a leggere

L’ISOLA CHE C’E’ (E NON C’E’)

isolaRegno di Napoli, inizio ‘700, guerra di Secessione spagnola, periodo di trono vacante e di feroci lotte intestine. Spunta a sud della Sicilia, a largo delle coste di Sciacca, una nuova isola, di tanto in tanto emerge per poi scomparire. E’ l’isola Ferdinandea, è l’isola che in cui Giulio Alberoni ha scelto di ambientare una delle sue favole.

Pubblicata dalla casa editrice Leima, anche questa, come le sue altre, pur essendo di fantasia, è contestualizzata nella realtà, anzi, è legata a doppio filo con essa.

Da un lato, ha una componente storica molto forte, perché “sono ossessionato dalla verità storica, mi interessa la verità vera, senza interpretazioni e rielaborazioni, in tutta la sua crudezza” spiega lo stesso autore. Dall’altro lato, è reale perché parla di una paura attuale ma che i bambini, quella del diverso, “perché loro ne sono incuriositi ed intimoriti per pochi istanti e poi, immediatamente, il diverso per loro non è più diverso. Diviene normale”. Continua a leggere

PATAFISICA NEL PIATTO

ricettario patafisicoNon è un ricettario, per lo meno non è un ricettario normale, non solo perché “patafisico”. Anzi, il titolo è il meno: la vera eccezionalità del nuovo libro di Laura Bonelli è nella conferma dalla sua capacità di parlare di sapori e di piatti in modo originale.

Dopo “Piccole storie dei sette giorni” e “Fornelli Metafisici”, dopo altri mesi di iperaffollamento nel settore food, dove tutti o quasi si improvvisano food blogger, chef o buongustai investiti dalla missione di dare consigli, la voce di questa autrice spicca per gusto ed eleganza. E per il gusto dell’eleganza.

Ricettario patafisico”, pubblicato a Graphofeel edizioni, è un romanzo che prende per la gola ma non solo. Fa venire appetito di storie e di vita, di cambiamento. La protagonista, Amantiglio, viene licenziata “ a freddo” e decide di lasciare la città in cui è abituata a vivere, buttandosi in una nuova esperienza. Raggiunge un paesino di montagna piuttosto sperduto, rispondendo ad un annuncio di lavoro, e inizia a lavorare in una pasticceria. Continua a leggere

ANNA STA MENTENDO, E TU?

ANNA STA MENTENDOSta scrivendo, sì, ma la verità? O è una scusa? è davvero ammalato ma magari è andato a farsi un giro. È davvero con gli amici o con una amante? Ha davvero mal di testa o è stufa di me? Sta davvero “molto bene” o di merda ma non ha voglia di parlarne con me?

Una nuvoletta dietro l’altra, a ritmo di “sta scrivendo” e suonerie personalizzate, ci sono rapporti personali che crescono, nascono, muoiono, si trasformano. Continuano, sì, ma come?

Federico Baccomo mette nero su bianco con serietà e allo tempo intelligente ironia, i dubbi che attanagliano tutti, oggi, in piena era digitale, in cui i rapporti anche più intimi e storici, sono contaminati da chat istantanee. Un recente black out di whatsapp, ha reso bene l’idea al mondo e ai singoli di quanto questa app sia al centro della vita sociale di molti e a volte anche alla base di relazioni e rapporti.

Anna sta mentendo“, pubblicato da Giunti, più che mai ci azzecca nel mettere alla berlina le debolezze di una comunità di “messaggisti istantanei” che con estrema disinvoltura ogni minuto comunica emozioni, pensiero, opinioni e critiche, impacchettandole in una nuvoletta di caratteri ed emoticon. Doppio v, in grigio e in blu, icona verde, sfondo da scegliere, e poi “sta scrivendo” in caratteri corsivi: suspence. Continua a leggere