Archivi categoria: Recensioni

LA VALIGIA DI ADOU, UN VIAGGIO PER TUTTI

LA VALIGIA DI ADOU zita dazziL’attesa, la valigia, il presente di ragazzino di 10 anni appassionato di calcio e il futuro in cui vedersi proiettato in un mondo di grandi ad oggi difficile da comprendere.

Adou e Oreste potrebbero sembrare gemelli, così descritti, se non fosse che il primo sta aspettando, e desiderando, di arrivare in Italia chiuso in una valigia, Oreste, invece, sta contando i giorni perché la sorellina venga alla luce.

Tra i due si crea un legame forte e inaspettato, fuori dai cliché, di quelli che ama raccontare Zita Dazzi, giornalista e scrittrice che in altri suoi precedenti libri per ragazzi non ha mancato di raccontare come relazioni tra coetanei si possono sviluppare andando oltre la diversità di contesti, culture, condizioni economiche e origini. Continua a leggere

Annunci

CHI HA BISOGNO DI TE, TI LEGGE

chi ha bisogno di teAdolescente con una intelligenza emotiva, e una emotività intelligente, del tutto fuori dalla norma proprio come, specularmente, sono del tutto nella norma le condizioni al contorno dello spazio in cui si muove.

Meri è infatti figlia di genitori separati, cerca il primo amore, vive sentendosi disorientata, con una curiosità affamata di vita e allo stesso tempo la paura del futuro, di quel futuro che sembra ogni giorno di più non promettere nulla. Nulla di buono né nulla di cattivo, nulla di promesso perché la vita è in continua evoluzione proprio come lo è la stessa protagonista e il suo entourage di persone, Madre, Padre e amica Sara, e anche l’ipotetico grande amore, in primis. Continua a leggere

MILANO-MONDO A/R

GiroGiro Mondo.JPGGiro del mondo con 20 guide al fianco, ma non spostandosi da Milano. E’ possibile da quando è nata Girogiromondo, la prima guida multiculturale della città pensata, scritta e realizzata da donne migranti che vivono nel capoluogo lombardo e presentata sabato 18 novembre al Mudec, nell’ambito di Bookcity.

Le 20 autrici sono compagne di corso al “Centro italiano per tutti” di iBVA, l’associazione non profit con sede in zona Navigli, studiano tutte lingua e cultura italiana. Portano con loro background professionali dei più diversi come anche esperienze personali variegate, sono egiziane, marocchine, peruviane, brasiliane, russe, ucraine, moldave, rumene e polacche, tutte abili nel trovare dove il proprio paese di origine fa capolino in città. Continua a leggere

A MILANO, COL VENTO DELL’OCEANO

Al vento dell'oceano.JPGSono ancora una volta le indagini di Neron Vukcic, sono per l’ultima volta le indagini di Neron Vukcic quelle con cui Hans Tuzzi intrattiene e appassiona i suoi lettori portandoli nel 1926. “Al vento dell’oceano”, pubblicato da Bollati Boringhieri, è infatti il titolo che conclude la trilogia con cui lo scrittore milanese ha dato vita ad un personaggio che nel panorama dei detective riesce a non essere confuso con i tanti altri.

Lo si vedeva già ne “Il Trio dell’arciduca”, i lettori che hanno continuato a seguite Vukcic con “Il sesto Faraone” non sono rimasti delusi e con questo nuovo titolo gli potranno dire addio con tutti gli onori del caso ed un pizzico di curiosità per quello che Tuzzi la prossima volta potrà inventarsi. Continua a leggere

I SOGNI NON FANNO RUMORE

Sogni non fanno rumore 1Meglio attaccare che difendere, nella realtà e nei sogni, anche perché “I sogni non fanno rumore” ma fanno bene a chi li utilizza per vivere meglio. Alla sua prima opera, Roberta Dieci scende in campo con un romanzo che è un evolvere continuo di vicende e di emozioni in grado di tenere i lettori in preda ad una sorta di “ansia” positiva.

Quell’eccitazione che regalano i libri di cui si vuole conoscere la fine ma non li si vorrebbe abbandonare mai. Continua a leggere

DENTE PER DENTE

dente per denteSe esistesse un museo chiamato Mu.CO, cosa ci sarebbe esposto? Il peggio dei più noti artisti secondo Francesco Muzzopappa che ha pubblicato per Fazi Editore il romanzo Dente per dente. Così intelligente e ironico che fa quasi venire voglia di andare a Varese, perché li si trova il MuCO, a conoscere il protagonista.

Leonardo lavora in questo museo, da tre anni, passa le giornate vegliando sulle opere dei più grandi artisti contemporanei scelte perché orribili, “nonostante la firma”, compresi un Dalí davvero brutto e ben due Magritte inguardabili.

Il libro di Muzzopappa non sembra nemmeno di narrativa italiana per la freschezza con cui affronta una storia di vendetta e la disinvoltura con cui gioca con sarcasmo ed ironia, una disinvoltura intelligente che sembra più british che italian style. Continua a leggere

OVUNQUE SEI, MA SCOMPARSA

OVUNQUE SEIOvunque sei è il titolo perfetto per raccontare la storia di una scomparsa. Daniela Quadri, già autrice de “Le stelle di Srebrenica”, sempre pubblicato da Leucotea come questo nuovo volume, lo sa fare con grinta e dolcezza, allo stesso tempo. Il risultato è che il lettore non si scolla dalle sue pagine, innamorandosi dei personaggi e tenendo il fiato con loro durante le indagini.

Chi già conosce questa autrice monzese, ritroverà con piacere Marta Valtorta, giornalista free-lance, e Tony Nardone, il carabiniere con cui si è fidanzata nel precedente libro. Chi approda ora alla prosa di Quadri non si troverà senza la terra sotto i piedi perché Ovunque sei” si può leggere anche autonomamente, la sua bellezza non viene scalfita.

Continua a leggere

ESSERE BAMBINA, ESSERLO STATA

Ogni giorno come fosse bambinaDa Milano a Grassano, dagli 80 e passa anni ai 16. Da Michela Tilli, scrittrice monzese pubblicata da Garzanti, arriva un nuovo romanzo che avvicina due generazioni in modo delicato e incisivo mettendo in contatto i lettori di qualsiasi età con il proprio “Sè” bambino e anziano.

Ogni giorno come fossi bambina è il titolo della storia che Tilli fa nascere da una punizione, quella che la 16enne Arianna deve scontare. Questa adolescente disadattata, che si è scavata un rifugio tra i libri e la rete rinnegando il proprio corpo e la propria femminilità, si trova costretta a stare dietro e a dare corda ad Argentina.

Continua a leggere