Archivi categoria: Video

IL BEETHOVEN DI MATTHIEU

beethoven ragazza capelli blu

INTERVISTA CON L’AUTORE. Rock in un casale isolato della campagna Toscana. Una bassista ventenne con un ciuffo blu ma per la testa musicisti come Debussy, Stravinskji e Beethoven, che da il titolo al libro in cui questi e altri contrasti non stridono ma su ritrovano in una comune e piacevole narrazione che, un po’ come una band, un po’ come la Philharmonia Orchestra, cantano le lodi della musica. Quale? Mai chiederlo all’autore, Matthieu Mantanus, perché la musica è una, è trasversale, è tutto. Autore di Beethoven e la ragazza dai cappelli blu”, appassionato di musica, divulgatore, musicista e molto altro, questo giovane armonioso ci racconta di persona non solo cosa risuona nel volume pubblicato da Mondadori, ma anche nella testa e nel cuore di chi alla musica ha dedicato e dedica anima e corpo.

Continua a leggere

VIA PADOVA DI RINGHIERA

SCONTRI VIA PADOVA, QUATTRO EGIZIANI FERMATI - FOTO 13Corsi e ricorsi della storia, e della vita, che si susseguono cambiando la lingua ma non le emozioni e le storie, le paure e i sogni di chi racconta e vive lì, nella “Curt de l’America”, una vecchia casa di ringhiera alla fine di via Padova, che ha ospitato tante persone in transito raccontate dal film documentario dei registi Lemnaouer Ahmine e Francesco Cannito. Da punto di partenza di emigranti italiani che aspettavano il visto per l’America ad abitazione di immigrati arabi, filippini,bengalesi, cinesi, il caseggiato custodisce tra le sue mura,a Crescenzago, un pezzo di storia dell’integrazione in salsa meneghina. Continua a leggere

L’OCCHIO DELLA SCIMMIA SU MILANO

Valentina, montenegrina piombata a Milano per diventare architetto, parla della “sua” Città studi mentre Stefano lavora il vetro e parla della Bovisa. Lambrate è visto con gli occhi di Stefania, ghanese luminosa e creativa, Dergano è nelle inquadrature del video-maker Ruggero e da un appartamento nel cuore dell’Isola Sandro parla del quartiere che lo ha accolto. Qualche parola, un video, una ricetta per ciascuno ed ecco che una Milano multietnica, creativa e gustosa si sta componendo con un mosaico di voci e storie nello spazio 2.0 creato dalle “Scimmie”: Elena Buscemi e Susy Longoni. Infatti il loro sito si chiama Mon-key Stories, racconta la città collezionando video-storie di quartiere ed Elena stessa spiega: “è un gioco di parole: ‘mon’, dal mio francese, e ‘key’ e ‘stories’: sono le storie della scimmia, ma anche ‘la mia chiave’ : la chiave che racconta la città”. Continua a leggere