Archivi tag: Antonio Steffenoni

SOTTO LA COPERTINA PATINATA

rizzoli_-_un_delitto_molto_milaneseC’è la pioggia, ci sono gli uffici patinati, tante “tipe in tailleur”, di svariati anni e livelli di lifting, tanti “uomini camicetta e caffé”. Siamo in centro. Siamo a Milano. La “pecca” che rovina la purezza meneghina del libro sono le origini del protagonista Ernesto Campos, ex avvocato evidentemente spagnolo, ma, forse, volute così, servono proprio per far risaltare che si tratta proprio di “Un delitto molto milanese”. E’ il libro di Antonio Steffenoni ed è proprio questo il titolo, scelto da Rizzoli per un’opera di oltre 400 pagine tutta giocata sulle indagini relative alla morte di un noto pubblicitario ultra 50enne Marcello Luccioli. Continua a leggere

IL MOMENTO DI ANDARE

Il_silenzio_sull_5125d4df7be99Da via san Carpoforo, nell’appartamento della bella Clara, a via Quadronno, dove si affacciano le finestre della clinica, anche quella da cui l’anziano regista Santiago Conte si butta, una sera d’inverno: Milano fa da sfondo a “Questa storia che vuole, con tutta la modestia del caso, rendere omaggio a quei coraggiosi che sentono quando viene il loro momento per andare. E vanno”. Altra postilla se non questa, scritta per mano dello stesso autore, Antonio Steffenoni, non potrebbe meglio inquadrare “Il silenzio sulle donne”, giallo sui sentimenti maschili tra i primi titoli della rinata casa editrice Barion, rilevata da Mursia negli anni Sessanta. Continua a leggere

BARION: L’ITALIA UNITA DA UN EDITORE

La_storia_della__51274dbf804c1Rinasce il vecchio marchio Barion, in casa Mursia, e con questo rilancio nasce la prima casa editrice lombardo-siciliana, che ruota costantemente attorno ad un forte asse Nord-Sud proponendo libri di buona qualità e di possibile smercio, leggibili, ad alto tasso di chiarezza e brillantezza. Dopo oltre 20 anni di letargo Beppe Benvenuto ha deciso infatti di rispolverare le edizioni Barion, rilevate negli anni Sessanta da Mursia, per cui è consulente, immettendo sul mercato titoli divisi in due collane, una più provocatoria, ma non militante, “Pugni”, e “Mediterranea”, più mansueta, dedicata alla sua seconda città oltre a Milano, Palermo, area di origine anche dello stesso Ugo Mursia. Continua a leggere