Archivi tag: Festivaletteratura

FESTIVAL MANTOVA ‘FORMATO’ RAGAZZI

logo_dataPur maggiorenne, quest’anno, il Festivaletteratura non dimentica i lettori più giovani, anzi, diventa sempre più consapevole della loro centralità. A dimostrarlo in modo lampante un programma ricco di appuntamenti a loro strettamente dedicati o di taglio intergenerazionale, dagli 0 ai 99 anni. Forse, la speranza è che l’entusiasmo e la voracità letteraria dei più piccoli – dati ufficiali la testimoniano – per osmosi o come virus, si diffondano tra il pubblico anche più maturo e restio alla lettura. Continua a leggere

FESTIVAL MANTOVA, L’AGENDA MILANESE

logo_dataMilanesi che parlan d’altro e non-milanesi che parlano di Milano: in un modo o nell’altro, tra le righe o in copertina, o addirittura in una mostra, il capoluogo lombardo riesce a farsi spazio anche quest’anno nel denso programma mantovano che il Festivaletteratura propone per 5 giorni di passione. Passione non solo letteraria ma culturale, quella di chi è assetato di conoscere e leggere la realtà, non solo i libri, attraverso i libri. Continua a leggere

DERAGLIARE PER LEGGERE (BENE)

LIBRI, PER LE VACANZE MILANESI SCELGONO IL GIALLO - FOTO 10Una muraglia di “ultime novità”, all’ingresso di molte librerie: ecco la trappola, il rischio più grande per tutti i lettori. E sono avvisati anche i librai a cui indirettamente, ma neanche tanto, arriva il monito di Alfonso Berardinelli, critico letterario e saggista che in occasione del Festivaletteratura di Mantova ha ribadito quanto è dura la vita del lettore che non si accontenta. Da quanti altri pericoli si deve guardare? E come uscirne vivo, e con un buon libro in mano? “Bisogna addentrarsi, esplorare, in libreria come nella vita – spiega il critico – per innamorarsi, anche di un libro, è necessario deragliare, avere incidenti di percorso: deragliare è ciò che rende la lettura una esperienza”. Continua a leggere

MANTOVA/UN MILANESE AL FESTIVAL

L’Expo “che chissa’ cosa lascera’”, e piazza Duomo “poco vissuta, mentre piazzale Loreto e’ ridotto ad uno svincolo”, via Padova “buon esempio di laboratorio”, la borghesia “non piu’ raffinata”, e il tessuto sociale popolare “non piu’ forte come una volta”: e’ la “La Milano da leggere” raccontata dallo scrittore Giorgio Fontana (nella foto) oggi a Mantova, durante l’incontro piu’ meneghino del Festivaletteratura 2012, a cui Omnimilanolibri ha partecipato. Continua a leggere

MANTOVA/IL ROMANZO È UN CONDOMINIO

 Paradisi del voyeurismo, luogo di microrelazioni per capire la societa’, muri sottili da cui sentirsi protetti, ma che ci permettono di essere noi stessi e contemporaneamente “gli altri”. Ecco perche’ i condomini piacciono tanto agli scrittori, in particolare a Nicola Gardini e Marco Missiroli che oggi con Chiara Valerio al Festivaletteratura di Mantova hanno raccontato i loro romanzi, i personaggi, le storie e soprattutto la genesi di tutto questo.   Continua a leggere

MILANO ‘SI LEGGE’ A MANTOVA

Due giallisti milanesi in “missione” a Mantova per dimostrare che la “Milano da leggere” e’ piu’ gustosa che la “Milano da bere”: accadra’ al Festivaletteratura di Mantova, nel terzo giorno della celebre manifestazione giunta alla 16esima edizione, (venerdi’ 7 settembre) quando alle 16.30 alla Casa del Mantegna, Giorgio Fontana e Hans Tuzzi saranno intervistati dalla giornalista Marilia Piccione.
Quest’anno il fitto programma di eventi sparsi in tutti i luoghi piu’ belli, noti e meno noti, della citta’, inizia il 5 settembre e fino al 9 e’ un tappeto di incontri, letture, ospiti e spettacoli teatrali e musicali. Continua a leggere