Archivi tag: giallo

AL GIAMBELLINO C’E UNA FIORAIA…

fioraia del Giambellino 1La verità, è poi così importante da scoprire? “La Fioraia del Giambellino” forse si è posta questa domanda, di certo, come libro, la pone implicitamente ai suoi lettori “fingendo” di proporre loro “solo” un giallo ambientato in una Milano estiva, calda, vuota e silenziosa in un modo che oggi suona quasi sospetto.

Rosa Terruzzi pubblica con Sonzogno il suo secondo romanzo che segue “La sposa scomparsa” senza risultarne dipendente. Ritorna nel vecchio casello ferroviario in compagnia e in balia di un trio di donne ben assortito, ciascuna appassionata a modo proprio di misteri e cronaca nera. Continua a leggere

Annunci

BEZZON ALLA RICERCA DI H.H

bezzonGiorgia l’investigatrice, rassicurante, astuta, affascinante, Doriana la capitano, sicura, intuitiva, abbagliante, Tecla, la moglie della vittima, raffinata, ipnotica, determinata, e Luna, la escort, sensuale, contrastata, delicata. Da non scordare, la moglie del maresciallo, così sagace, ma allo stesso tempo concreta e avvolgente.

Non è la prima volta che lo fa: Emiliano Bezzon ha scritto un romanzo che pullula di donne e tutte in ruoli apicali, ciascuna a modo proprio, con caratteri diversi, anche opposti, ma intraprendenti e decisivi rispetto alla direzione che la storia prende. “Il manoscritto scomparso di Siddharta”, nuovo libro dell’attuale Comandante della Polizia Locale di Varese, già autore di “Breva di morte” (2015) e “Le verità di Giobbe” (2016). Continua a leggere

PIAZZA NAPOLI, SEGRETO DI MILANO

il-segreto-di-piazza-napoliTerminata la sua pena, dopo oltre due anni in carico ai servizi sociali a Milano, Fabio Ognissanti trova la sua morte mentre, da poco rientrato a Mondondone, paesino dell’Oltrepò Pavese. Il suo corpo sbuca nella vecchia stalla in disuso, dove era stato abbandonato al cessare di un’improvvisa tempesta di febbraio. A strangolarlo è stato un folle che, mentre le indagini si avviano, prosegue nella sua foga di uccidere con freddezza, non solo dovuta al clima del mese in corso.

Altrettanto freddo deve essere il sangue di chi si prende il compito di chiarire le circostanze ma soprattutto le ragioni della morte di Ognissanti, una morte che ha tutte le carte per essere considerata una sorta di rito sanguinario compiuto senza pietà. Chi si prende il compito, il protagonista del nuovo giallo di Gino Marchitelli, “Il segreto di piazza Napoli”, non può limitarsi a fare domande e analizzare gli ambienti attorno al cadavere, dovrà spingersi fino a Milano, e sudare, anche se è febbraio, per “lavare il marciume” di quella che è generoso definire “una brutta storia”. Continua a leggere

IL RITORNO DELLA MILANESA

6699497_813076Si incontrano a tavola, Milano e Napoli, tra un piatto di sciurilli in pastella e un risotto giallo, e si incontrano in un giallo diverso da quello dello zafferano usato nella ricetta meneghina. L’ingrediente ce lo mette l’autrice varesina Manuela Lozza condendo il suo secondo romanzo di indagini saporite, cucinate dalla protagonista, la poliziotta Michela Borellini. La Milanesa, per chi conosce già Lozza e il suo romanzo d’esordio che trova in “La Milanesa e l’amica immaginaria” una seconda puntata affatto deludente. Ma che lascia affamati. Come è giusto che sia, sperando che l’autrice prosegua nelle avventure della Poliziotta lombarda trapiantata a Napoli, donna in divisa, golosa sia di misteri che sfamano gli amanti dei noir, sia di momenti più romantici e sociali per i lettori di narrativa meno misterosa e più pop. Continua a leggere

EXPO NOIR

carcano 9788842556176Nessun libro su commissione: lo aveva promesso, e nessun libro pro o contro, semmai un libro attorno e dentro, avvolgente ma che non si fa imprigionare nei confini di Expo. Lo aveva promesso confessando che adora Milano e in ogni suo capitolo trova il modo di dare spazio a questa città sempre protagonista. Si chiama Fabrizio Carcano e il suo nuovo romanzo è “L’erba cattiva”, un titolo che macchia di nero la sostenibilità ambientale, un titolo che porta cadaveri nel contesto dorato di Expo. Continua a leggere

SOTTO LA COPERTINA PATINATA

rizzoli_-_un_delitto_molto_milaneseC’è la pioggia, ci sono gli uffici patinati, tante “tipe in tailleur”, di svariati anni e livelli di lifting, tanti “uomini camicetta e caffé”. Siamo in centro. Siamo a Milano. La “pecca” che rovina la purezza meneghina del libro sono le origini del protagonista Ernesto Campos, ex avvocato evidentemente spagnolo, ma, forse, volute così, servono proprio per far risaltare che si tratta proprio di “Un delitto molto milanese”. E’ il libro di Antonio Steffenoni ed è proprio questo il titolo, scelto da Rizzoli per un’opera di oltre 400 pagine tutta giocata sulle indagini relative alla morte di un noto pubblicitario ultra 50enne Marcello Luccioli. Continua a leggere

IL FIORDO DI MILANO

il-fiordo-di-milano-167498Se la deve giocare con Oslo, l’ordinata e civile Oslo, stavolta, ma l’arbitro non è neutrale, come sempre, e lei vince ancora. “Lei” Milano, perché nel libro è un personaggio, vince. Vince e prende spazio, anche ad Oslo. Ecco cosa succede nel nuovo romanzo di Andrea Ferrari che, già nel titolo, anticipa l’operazione di gemellaggio e commistione tra le due metropoli: “Il fiordo di Milano”. Edito da Eclissi, nella collana de “I Dingo”, il libro si presenta come il nuovo episodio della saga del detective un po’ imbranato Brandelli e annuncia con il titolo che l’ambiente sarà ancora quasi più ingombrante della trama. Continua a leggere

PRIGIONE CONDOMINIO

download L’INTERVISTA CON L’AUTORE Cinque persone in coma, esistenze congelate e da indagare per un lettore cinico quale quello di “CondominioR39” che può giocare a “il gatto e il topo” idealmente anche con un 27enne in pieno stato confusionale. E così volano via veloci le 450 pagine del nuovo romanzo firmato dal giovane Fabio Deotto, penna brianzola della generazione anni ’80 rubata al mondo delle Biotecnologie. Un guadagno per quello della letteratura milanese tra giallo e racconto sociale. Pubblicato da Einaudi il libro di Deotto si iscrive nella “letteratura di condominio” a cui grandi autori si sono ispirati per raccogliere e raccontare un pugno di esistenze che poco hanno in comune se non l’indirizzo. Continua a leggere