Archivi tag: Giornata della Memoria

SCRITTORI PER RAGAZZI/LIA LEVI

26414120_lia-levi-io-ci-sar-0Il suo “Io ci sarò” è uscito di recente con le Edizioni Piemme ma è da anni che Lia Levi racconta e si racconta, lei, nata da una famiglia piemontese di origine ebraica, e cresciuta a Roma nel bel mezzo della guerra e della persecuzione razziale. Nel 1994 comincia a regalarci “Una bambina e basta”, imperdibile, e da quel momento tanti titoli, tanti romanzi e racconti sempre sensibili testimonianze di un passato da non dimenticare. Nei giorni del ricordo della Shoah, la Libreria dei Ragazzi “usa” la sua voce per parlare ai suoi lettori, con quattro titoli meno noti  ma altrettanto profondi e delicati. Continua a leggere

Annunci

IMPARARE LA MEMORIA

CENTRALE, CERIMONIA CON NAPOLITANO PER MEMORIALE SHOAH - FOTO 16Come raccontare l’Olocausto ai bambini? La Libreria dei Ragazzi di via Tadino suggerisce in occasione della Giornata della Memoria, il 27 gennaio, alcuni titoli per crescere consapevoli e imparare, presto, a non dimenticare. Si parte da piccole storie, si simula un diario scritto, magari da un ippocastano centenario, oppure si prende l’argomento di petto, come il professore protagonista de “L’onda” che coinvolge i suoi studenti in un gioco di ruolo per sperimentare in prima persona il clima di violenza del regime nazista. Continua a leggere

POETI PER LA MEMORIA

cropped-100TPfCNEW3“Dove non arrivano politica, informazione e cultura, possono arrivare poesia ed arte” e, proprio con la poesia, declamata, l’appuntamento è sabato 26 gennaio alle 21 al CAM Garibaldi (corso Garibaldi 27). Una serata di letture in versi è l’iniziativa per celebrare il Giorno della Memoria pensata dai 100 Thousand Poets for Change per Milano, una Milano dove “crescono i movimenti neonazisti e razzisti, si tengono incontri di estrema destra, si vedono apparire svastiche ovunque – ha spiegato Roberto Malini che insieme a Daniela Malini e Steed Gamero cura eventi europei dei 100 TPC – C’è tanto antisemitismo e tanti episodi di omofobia: mancano programmi di educazione al rispetto delle minoranze”.  Continua a leggere