Archivi tag: Happy hour edizioni

INTRIGO A CITYLIFE

milone-citylifeIntrigo a Citylife“: un quartiere nuovo per il nuovo capitolo delle avventure dei poliziotti dell’8° distretto, una serie di delitti che Massimo Milone, grande amante di Milano, e delle indagini sul campo, sta pubblicando con Happy Hour Edizioni. Tra le sue righe si trovano vie della città che tutti i giorni percorriamo, persone e abitudini metropolitane e misteri che si intrecciano con la vita quotidiana con un’armonia che fa rabbrividire.

Dalla Milano storica di Sant’Ambrogio, alla Milano moderna di Citylife. Come mai questo salto?

Il 7 dicembre, Sant’Ambrogio, e l’8 dicembre, Immacolata, se agganciati a un week end costituiscono il “Ponte di Sant’Ambrogio”, giorni festivi molto particolari: i negozi sono aperti per lo shopping natalizio e il traffico cittadino non conosce sosta, inizia la stagione sciistica, c’è la fiera degli Obej Obej e la Fiera dell’Artigiano. Per descrivere Milano in tutte le sue sfaccettature è importante ambientare una storia in questo periodo e non potevo non descrivere la trasformazione di Milano avvenuta in questi ultimi anni in cui tanti quartieri hanno cambiato volto. La Fiera è stata trasferita a Rho e al suo posto è sorto il quartiere di City Life, la zona delle Varesine è stata riqualificata con la creazione di piazza Aulenti e la costruzione di numerosi edifici nuovi e di design, il quartiere Isola, una volta considerato luogo poco raccomandabile, è diventato di tendenza.

Continua a leggere

IL RITORNO DELLA MILANESA

6699497_813076Si incontrano a tavola, Milano e Napoli, tra un piatto di sciurilli in pastella e un risotto giallo, e si incontrano in un giallo diverso da quello dello zafferano usato nella ricetta meneghina. L’ingrediente ce lo mette l’autrice varesina Manuela Lozza condendo il suo secondo romanzo di indagini saporite, cucinate dalla protagonista, la poliziotta Michela Borellini. La Milanesa, per chi conosce già Lozza e il suo romanzo d’esordio che trova in “La Milanesa e l’amica immaginaria” una seconda puntata affatto deludente. Ma che lascia affamati. Come è giusto che sia, sperando che l’autrice prosegua nelle avventure della Poliziotta lombarda trapiantata a Napoli, donna in divisa, golosa sia di misteri che sfamano gli amanti dei noir, sia di momenti più romantici e sociali per i lettori di narrativa meno misterosa e più pop. Continua a leggere

È ANCORA UN MONDO DIFFICILE

downloadDalle stelle alle stalle, in mezzo, c’è “Un mondo difficile”. Dalle stelle alle stalle c’è Luca Messala e c’è la sua storia di giovane belloccio milanese sciupa-femmine rampante che crolla davanti ad una virgola, quella tra il 2 e il 5 di un dato di lavoro citato durante una importante riunione. Inizia il crollo, ed anche Luca si accorge che, come Massimo Milone ha titolato già nel 2003 il suo romanzo, è “Un mondo difficile”.  Continua a leggere

UN GIALLO PER UCCIDERE GLI STEREOTIPI

fotoL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Sempre sul filo dell’ironia, con l’eleganza del tacco 12 e del panino unto da azzannare con il collega, immagine che fa di Michela Borellini, “La Milanesa” del titolo, un personaggio da film, la giornalista varesina Manuela Lozza tiene costantemente sott’occhio i clichés su lombardi e milanesi nel suo romanzo, il suo secondo, il primo però pubblicato con Happy Hour Edizioni. E’ proprio così che Milano e la Lombardia, grandi assenti sulla carta, sono presenze costanti nella mente di chi legge questo “non solo giallo” romanzo. Continua a leggere

ADDIO MILANO BELLA

hh_scheda_milano-bellaGeografico e simbolico. E’ doppio l’addio che Giovanni Bernuzzi affida al suo titolo e alla sua storia, pubblicata sotto le spoglie, e sotto la copertina molto bianca delle Happy Hour Edizioni. E’ “Addio Milano bella”, e sì dice ‘addio’. Due dei protagonisti, infatti, “se ne vanno davvero – svela l’autore – e sicuramente in un posto di mare, un’isola del Mediterraneo. Quindi di addio geografico a tutti gli effetti si tratta. Ma non solo: c’è una valenza anche simbolica”. Continua a leggere

16 RACCONTI DENTRO ALLA CITTÀ

downloadC’è Roberto che si veste da donna una volta all’anno, alla prima della Scala e “in quella atmosfera eterea, la città gli parve ancora più bella, ancora più cara, ancora più sua”. Nei dintorni, nella notte, anche Francesca, con il “suo” amante, attore famoso che prenota ad un prestigioso ristorante sempre come Dottor Allegri. In corso Garibaldi un ex poliziotto, ora investigatore privato napoletano, sta incontrando una vecchia fiamma dagli occhi verdi, mai amata il giusto. Proseguendo verso il cimitero Monumentale, si inciampa in un cadavere: è un giovane suicida devastato dal dolore di una donna persa. Continua a leggere

A MILANO ‘CORRI E MUORI’

copertina_corri-muori-ombraCadavere nel parco Sempione, stalker in via Grigna, indagini in tutta la città da QT8 alla Bovisa, alla centrale via Torino: Massimo Milone non trova traffico nell’attraversare Milano decine e decine di volte con il suo nuovo romanzo “Milano corri e muori”, scorrevole, piacevole e decisamente meneghino. Eppure i poliziotti che si occupano dei due casi al centro della trama non sono affatto “milanesi milanesi” ma milanesi d’adozione, da napoletano al romano, con una affascinante poliziotta greca e un italiano di seconda generazione, “ e chi l’avrebbe detto che il negher è un italiano al 100%”. Continua a leggere

UN HAIR STYLIST A TINTE NOIR

images

L’INTERVISTA CON L’AUTORE  Chi vive o frequenta spesso Milano, le sue vie e i suoi luoghi, anche i più scuri, con in mano il libro di Gianluca Veltri “La dimora del Santo” avrà un bel tran tran a cui star dietro tra auto della polizia, interrogatori, perquisizioni e sopralluoghi. Sì, quando lo si legge, sembra proprio di essere al fianco dell’ispettore Crespo nella sua seconda avventura meneghina. Si va nei locali night, in questura e nelle osterie alla mano ma poi c’è da gestire anche un tenero fratello ludopata in cura e una fidanzata vivace. Gianluca Veltri, oltre che l’autore di questo volume pubblicato da Happy Hour Edizioni, è anche il titolare di Anadema Haircut Milano, pettina star come milanesi standard, ne tinge, e ne sente di tutti i colori. Infatti ha già in mente un terzo libro. Continua a leggere