Archivi tag: Ivan Brentari

STORIA DI UNA MORTE INSOLITA

 

codeca-brentariCinque personaggi alle prese con un cold case, ma prima ancora due autori alle riscoperta di un Novecento da raccontare in chiave diversa, in chiave noir, perché torni ad appassionare mantenendo la propria dignità e allo stesso tempo non rischiando di annoiare. Loro sono il 29enne Ivan Brentari, di cui già ho presentato “Giuseppe Sacchi. Dalle lotte operaie allo Statuto dei Lavoratori” (Unicopli)  e il saggista e storico over 60 Aldo Giannuli. Assieme per Sperling & Kupfer hanno pubblicato “L’insolita morte di Erio Codecà”, scrivendolo a quattro mani tra divertimento, ricerca e rielaborazione. Brentari ci racconta la sua esperienza e il libro, senza nulla svelare né sull’insolita morte né sull’ancor più insolito modo di indagarvi.

Come è nata l’idea del libro?
Aldo Giannuli mi ha chiesto di collaborare per dar vita a una sua vecchia idea, che non era ancora riuscito a realizzare: parlare di Storia attraverso un romanzo giallo. Usare delle “lenti noir”, quindi, per guardare al Novecento e vederlo sotto un’angolazione diversa.

Continua a leggere

Annunci

SINDACALISTA, CICLISTA E MARINAIO

Schermata del 2014-04-04 16:52:46

L’INTERVISTA CON L’AUTORE  Ha scritto, scrive e scriverà gialli, e anche altro, finalista del Premio di letteratura Rai La Giara lo scorso anno, prima ancora studente del milanese Berchet, ora Ivan Brentari pubblica uno studio su “Giuseppe Sacchi. Dalle lotte operaie allo Statuto dei Lavoratori”. Il libro, edito da Unicopli per l’Associazione Archivio del Lavoro di Sesto San Giovanni, ha la prefazione firmata da Graziano Gorla, segretario della Camera del Lavoro di Milano, e la postfazione da Maurizio Landini, segretario nazionale della FIOM. In mezzo, la vita di Giuseppe Sacchi: molta politica e storia, ma anche molte avventure, letterarie e non. Continua a leggere

PREMIO LA GIARA: UN GIALLO IN TEMPI DI CRISI

Senza titolo 1L’INTERVISTA CON L’AUTORE  Uscito dal Berchet e poi dalla Statale con una tesi su Giuseppe Sacchi, uno dei padri nobili dello Statuto dei Lavoratori, Ivan Brentari a 27 anni è, con Alessandra Piccolo, una delle due penne lombarde ammesse alla finale nazionale del premio letterario “La Giara” 2013 per giovani autori di romanzi inediti,promosso dalla Rai.  Appena tornato da un viaggio, in Cina, sta già scrivendo il seguito de “La stupidità degli elefanti” che alla giuria è piaciuto per la“realistica ed avvincente descrizione di Milano” e per “buon ritmo e scrittura sciolta”. Continua a leggere