Archivi tag: musica

VANILLA SCENT, DEGNO DI NOTE

Vanilla ScentUn monito, un avviso, un warning, come dire “non voglio arrivare fino a questo punto”. Stefano Gianuario lo ha scritto, anzi, ne ha scritto un romanzo intitolato “Vanilla Scent”, “una luce accesa sul punto in cui, nella vita, non dovevo e volevo arrivare, un esorcismo letterario” lo definisce lui stesso, come se avesse voluto imprigionare su carta il confine da non oltrepassare per allontanarsene del tutto nella reale.

Dato un calcio ad un destino non desiderato, e nemmeno desiderabile, per i più, l’autore ha dato vita ad una storia viva e partecipata, in continua trasformazione, pagina dopo pagina. Pubblicato con Robin Edizioni, “Vanilla Scent” è il suo esordio letterario, se non si contano “Le cose di Jack”. Più che un’opera, spiega Gianuario, è stato un passaggio importante: “l’ho scritto a 18 anni, avevo ottenuto la prefazione di Cristiano Godano, leader dei Marlene Kuntz, band che amavo alla follia. Mi ha aperto un mondo, permettendomi di capire cosa volessi fare nella vita: scrivere”.

Come è cambiato il tuo approccio alla scrittura e nell’esperienza che offri al lettore tra queste due opere?

Tra l’una e l’altra, ci sono 15 anni di scrittura vissuta quotidianamente, con il mestiere di giornalista. Sicuramente lo stile – che comunque quello è – ha subito un’evoluzione. Per certi versi la lettura può essere diventata più piacevole, senz’altro più divertente e meno pesante rispetto agli estremismi dei vent’anni. Continua a leggere

Annunci

IL BEETHOVEN DI MATTHIEU

beethoven ragazza capelli blu

INTERVISTA CON L’AUTORE. Rock in un casale isolato della campagna Toscana. Una bassista ventenne con un ciuffo blu ma per la testa musicisti come Debussy, Stravinskji e Beethoven, che da il titolo al libro in cui questi e altri contrasti non stridono ma su ritrovano in una comune e piacevole narrazione che, un po’ come una band, un po’ come la Philharmonia Orchestra, cantano le lodi della musica. Quale? Mai chiederlo all’autore, Matthieu Mantanus, perché la musica è una, è trasversale, è tutto. Autore di Beethoven e la ragazza dai cappelli blu”, appassionato di musica, divulgatore, musicista e molto altro, questo giovane armonioso ci racconta di persona non solo cosa risuona nel volume pubblicato da Mondadori, ma anche nella testa e nel cuore di chi alla musica ha dedicato e dedica anima e corpo.

Continua a leggere

NATO SETTE VOLTE

FARACI3D“Siamo tutti intrappolati in epoche che è più bello raccontare che vivere” e Tito Faraci, dopo aver inevitabilmente vissuta, a suo modo, e a suo tempo, quella anni ’80, sempre a suo modo, oggi, la racconta. Lo fa uscendo dal tracciato sicuro di sceneggiatore di fumetti e scrive una “traccia” pubblicata da Indiana Editore: si chiama “Nato sette volte” e va ad aggiungersi ai titoli della compilation narrativa in cui Matteo B.Bianchi sta collezionando romanzi dedicati alla musica. A parole. Continua a leggere

DELITTI E CANZONI

psychokillerminiDiventato poliziotto dopo una giovanile stroncatura feroce su un pezzo di rock inviato a ‘Il Mucchio’, Marco Molteni di Roma indaga a Milano sull’omicidio di un noto promoter – nel giorno della morte di Amy Winehouse -, trovato con un cappio al collo e con molte somiglianze con la morte di Ian Curtis, lo storico cantante dei Joy Division, suicida a 23 anni. E’ un disco rock registrato su carta il romanzo ‘Psycho Killer’ (edito da Ultra novel) di Ezio Gauitamacchi che ambienta nel mondo musicale milanese, ma di riflesso nei luoghi culto della città – a partire dal miglior chiosco di panini di Città Studi, per citarne uno -, un giallo costruito intorno alla sua conoscenza enciclopedica in fatto di musica. Continua a leggere