Archivi tag: Paolo Cognetti

MILANO E LE OTTO MONTAGNE

otto montagne.JPG

Un milanese a lezione di montagna, di vita, fin dal giovane età, portato a confrontarsi con un paesaggio così immenso e immensamente selvaggio da sovrastare ogni abitudine e schiavitù cittadina. Così accade a Pietro, un bambino all’inizio di “Otto montagne” (Einaudi), il nuovo romanzo di Paolo Cognetti, amato scrittore nato a Milano ma che volge spesso lo sguardo verso paesaggi alpini, anche perché “Qualunque cosa sia il destino, abita nelle montagne che abbiamo sopra la testa”.

Senza trascurare ciò che è tangibile, rocce, laghi, pascoli e corsi d’acqua, l’autore non propone una bucolica gita fuori città bensì un seminario di vita con esperienze sul campo. Fatte da Pietro per tutti i lettori. Continua a leggere

Annunci

TUFFARSI PER RISALIRE

153_nuotatoreL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Storia di un tuffo. Storia di un ragazzino che con il suo allenatore e il resto della squadra in riva a uno stagno nato in una vecchia cava, deve tuffarsi da un trampolino. Il nuotatore è qualcosa di più e qualcosa di diverso. Pubblicato da Orecchio Acerbo, creato da Paolo Cognetti (P) e Mara Cerri (M) in una staffetta di parole ed immagini, il libro racconta i timori di chi non ama le profondità e non sa nuotare, sia letteralmente sia in modo figurato, fino ad un tuffo finale, al contrario, quando il protagonista stringe in pugno il suo coraggio e guizza verso la superficie e verso il risveglio. Continua a leggere

PAOLO COGNETTI INTO THE WILD

CL249x168_8855“Avevo dato molto e adesso dove stava la mia ricompensa? Passavo il tempo tra librerie e negozi di ferramenta, l’osteria davanti a casa e il letto, a contemplare il cielo bianco di Milano dal lucernario. Soprattutto non scrivevo, che per me è come non dormire o non mangiare: era un vuoto che non avevo mai sperimentato”. E non lo stava sperimentando con piacere, Paolo Cognetti, tanto che ha deciso di andare a fare “Il ragazzo selvatico” in montagna, e ha pubblicato l’omonimo libro con Terre di Mezzo senza nascondere l’esplicita volontà di emulare, con misura, il Christopher McCandless di “Into the wild”. Continua a leggere

LETTI E CONSIGLIATI

Ecco dieci libri del 2012 che abbiamo letto e recensito – insieme ad altre decine – e che consigliamo. Nessuna classifica: libri di narrativa, poesia, inchiesta, reportage, saggi che abbiamo particolarmente apprezzato (cliccando sulla copertina si  accede alla recensione). Buone feste a tutti!

lutring

9788842099581

buccinasco

Milano-cold-cases-1

mafiosi

La-gente-che-sta-bene-un-libro-in-gioco_scaledownonly_638x458

haiku-cop

514HmNpzp3L-216x300

silenzio

Cognetti-Sofia.si_.veste_.sempre.di_.nero_

MILANO SECONDO PAOLO COGNETTI

Sofia si veste sempre di nero - Paolo CognettiL’INTERVISTA CON L’AUTORE Sofia e Milano, anime inquiete entrambe, di cui Paolo Cognetti sembra innamorato e che racconta in “Sofia si veste sempre di nero” (MinimumFax) conquistando i lettori con l’ennesimo personaggio femminile a cui l’autore sa dar voce con una sorprendente potenza emotiva. Sorprendente non molto, a dire il vero, se chi legge questo libro ha già letto i suoi precedenti “Manuale per ragazze di successo” e “Una cosa piccola che sta per esplodere”, entrambi raccolte di racconti immersi nell’universo femminile, “un’ossessione” per Cognetti, che con Sofia diventa “il desiderio di catturarne l’anima misteriosa con lo sguardo di un innamorato”. Continua a leggere