Archivi tag: romanzo storico

LEONARDO E L’ALTRA METÀ DEL GENIO

Salaì - per sitoL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Giangiacomo Caprotti da Oreno, detto il Salaì, fedele compagno di Leonardo per quasi tutta la vita, e quasi dl tutto invisibile e dimenticato. Non dall’appassionato e paziente Michele Mauri, però, che per le Edizioni Bellavite si è preso la briga di studiare chi era costui. E di raccontarlo appassionando, a sua volta il lettore, grazie ad un mix di realtà e leggenda, e un pizzico di mistero. Salaì era il figlio adottivo di Leonardo o “solo” l’allievo prediletto? O “addirittura” il suo compagno? Mauri non dà risposte, dà di più: regala ai lettori la voglia di farsi delle domande e di lasciarsi incuriosire dalla vita di una persona che non merita di non essere finora mai stata citata o quasi. Giustizia non è fatta, con il libro “Salaì, l’altra metà di Leonardo”, dopo secoli di oblio, ma è un inizio, un gran bel inizio, per Salai che, finalmente, prende forma, tra fatti certi, racconti, dicerie, curiosità per il non detto e sospetti. Continua a leggere

LA VIPERA E IL DIAVOLO

la_vipera_e_il_diavoloL’INTERVISTA CON L’AUTORE  Già al liceo adorava la storia, poi, folgorato dalla frase di Goethe “Colui che non è in grado di darsi conto di tremila anni di storia rimane al buio e vive alla giornata” si è iscritto a Lettere moderne e si è laureato in Storia economica e sociale del Medioevo occupandosi di Bernabò Visconti, detto il Diavolo per la sua crudeltà e la sua diabolica determinazione ad ottenere gloria e potere. Per la tesi ha cercato e raccolto numerose novelle, leggende e aneddoti che animano la Milano del ‘300 e ‘400 ed ecco già praticamente scritto “La vipera e il Diavolo”. Lui è un Luigi Barnaba Frigoli, classe 78, giornalista milanese, ed esordisce con un romanzo corposo e coinvolgente pubblicato dalle edizioni Meravigli.  Solo a sfogliarlo si è pervasi dalla sua passione per la materia: ci sono piantine, disegni e illustrazioni. Bastano le prime righe per comprendere poi che gli intrighi narrati non lasceranno tregua al lettore fino all’ultima pagina. E forse oltre. Continua a leggere